Rimborsi Iva, per le imprese 5 miliardi di euro

Rimborsi Iva, evasione fiscale e possibile reintroduzione delle ganasce fiscali per recuperare risorse. Befera fa il punto in audizione alla Commissione finanze dell'attività svolta dalle Entrate

di , pubblicato il

Rimborsi Iva alle imprese, dati della lotta all’evasione fiscale e possibile reintroduzione delle ganasce fiscali per recuperare incassi non avuti. Sono questi i capitoli più importanti analizzati dal direttore dell’Agenzia delel entrate, Attilio Befera, durante un audizione alla Commissione finanze alla Camera.

 Rimborsi Iva alle imprese: la cifra totale

 Partendo dai rimborsi Iva alle imprese, la cifra totale è di 4,8 miliardi di euro. Dall’inizio dell’anno l’Amministrazione finanziaria ha iniettato liquidità alle imprese strozzate dalla grave congiuntura economica, tramite il rimborso Iva che ha raggiunto quota 4,8 miliardi a 19.500 imprese nei primi 5 mesi del 2013.

 Evasione fiscale: altre risorse per l’Erario

 L’occasione è ghiotta per il direttore Befera, anche per sottolineare come gli  accertamenti sulle imposte dirette, Iva, Irap e di registro hanno prodotto nel 2012 oltre 400.000 controlli, a fronte dei quali sono state accertate complessivamente maggiori imposte per oltre 28 miliardi. Dai dati forniti dall’Amministrazione finanziaria, la maggiore imposta Iva constatata è stata pari a oltre 750 milioni, mentre dai rilievi ai fini di imposte dirette e Irap, la maggiore imposta è stata pari rispettivamente a 8,1 e 6,2 miliardi di euro.

 Reintroduzione delle ganasce fiscali?

 Capitolo importante e toccato dal direttore durante l’audizione alla Commissione finanze, anche la riscossione Equitalia, soprattutto la riscossione coattiva che è stata “oggettivamente influenzata dal susseguirsi di novità normative che hanno finito per indebolirla”. Come ha sottolineato Befera. Se si è registrato un decremento negli incassi da ruoli erariali nel 2012 nella misura del 5% rispetto all’anno precedente, la soluzione sarebbe quella di rivedere gli strumenti cautelativi, per esempio valutando la reintroduzione del preavviso di fermo dell’autovettura, la cosiddette ganasce fiscali.

Argomenti: ,