Rimborsi Irap, domanda entro il 15 marzo

C'è tempo ancora fino al 15 marzo prossimo per fare domanda per i rimborsi Irap, mentre i giovani dottori commercialisti lamentano i ritardi per quelli del 2009

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
C'è tempo ancora fino al 15 marzo prossimo per fare domanda per i rimborsi Irap, mentre i giovani dottori commercialisti lamentano i ritardi per quelli del 2009

Soggetti a ritardi e difetti incresciosi. Titola così una nota dell’UNGDCEC, l’Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili che denuncia una problematica incresciosa concernente i rimborsi Irap.

 La denuncia dell’UNGDCEC

Un difetto di comunicazione dell’amministrazione finanziaria e le notizie sui rimborsi Irap inviati telematicamente nel novembre 2009 ancora non sono state comunicate.

 Una problematica che “si pone con forza dirompente considerata la concomitante chiusura il 15 marzo dell’altra campagna per l’invio delle istanze di rimborso Ires/Irpef per Irap deducibile sul costo del lavoro anni 2007-2011, apertasi il 18 gennaio e di cui i professionisti si sono fatti parte diligente anche se con maggiore disillusione, a ragione veduta”. Così si legge nel comunicato stampo on line dell’UNGDCEC.

“Da una sommaria indagine sulla questione” – continua il comunicato stampa – “ si è potuto riscontrare che si va dalla totale assenza di comunicazioni e di erogazioni al riguardo ( soprattutto per le società di capitali) all’accredito sui c/c di somme a parziale copertura degli importi richiesti e null’altro a giustificare la parziale erogazione”.

 Rimborsi Irap entro il 15 marzo

A questo punto è d’obbligo segnalare che si può presentare domanda di rimborso Irap fino al prossimo 15 marzo 2013, da parte di società di capitali, enti commerciali, società di persone, imprese individuali, banche ed altri enti e società finanziari, imprese di assicurazione, persone fisiche,  società semplici e quelle ad esse equiparate esercenti arti e professioni. A  questo gruppo di soggetti si aggiungono anche gli imprenditori agricoli e le pubbliche amministrazioni per l’attività commerciale eventualmente esercitata, nonché gli enti privati non commerciali con riferimento esclusivamente all’attività commerciale esercitata. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi