Rimborsi da Cashback: confermata l’irrilevanza fiscale

I rimborsi da Cashback saranno erogati senza alcuna ritenuta alla fonte e non concorreranno al reddito imponibile del beneficiario

di , pubblicato il
I rimborsi da Cashback saranno erogati senza alcuna ritenuta alla fonte e non concorreranno al reddito imponibile del beneficiario

Arriva conferma, con la manovra di bilancio 2021, che i rimborsi inerenti al programma Cashback non hanno alcuna rilevanza fiscale in capo al beneficiario.

Stiamo parlando del programma che prevede il diritto al rimborso, per le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che effettuano abitualmente (al di fuori di attività di impresa o esercizio di professione) acquisti (di beni e servizi) con strumenti di pagamento elettronici (sono per ora esclusi gli acquisti online).

Il Cashback è stato voluto dal legislatore per un doppio scopo: da un lato incentivare l’uso della moneta elettronica; dall’altro quale strumento per contrastare l’evasione fiscale.

I quattro periodo del programma Cashback

Il programma è iniziato per acquisti fatti dall’8 dicembre e prevede 4 periodi, ciascuno indipendente dall’altro.

Il primo periodo è stato definito Extra Cashback di Natale, valido per acquisti fatti dall’8 dicembre 2020 al 31 dicembre 2020.

A tale ne seguiranno i seguenti altri:

  • 2° periodo – acquisti fatti dal 1/1/2021 al 30/6/2021
  • 3° periodo – acquisti fatti dal 1/7/2021 al 31/12/2021
  • 4° periodo – acquisti fatti dal 1/1/2022 al 30/6/2022.

Aspetti fiscali del rimborso da Cashback: interviene la manovra di bilancio 2021

Per beneficiare del programma occorre registrarsi sull’app IO cui abbinare anche la carta elettronica con usi si vuole partecipare. I rimborsi saranno fatti sull’IBAN indicato dallo stesso beneficiario.

Dato che non c’era una disposizione specifica che regolasse l’aspetto fiscale di rimborsi, a sopperire la lacuna ci pensa la manovra di bilancio 2021, nel cui testo è stabilito che i rimborsi attribuiti non concorrono a formare il reddito del percipiente per l’intero ammontare corrisposto nel periodo d’imposta e non sono assoggettati ad alcun prelievo erariale.

Potrebbero interessarti anche:

Argomenti: ,