CANONE RAI 2016, AGENZIA DELLE ENTRATE

Rimborsi canone Rai: le risposte dell’Agenzia delle Entrate

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate arrivano nuovi chiarimenti in merito al canone Rai 2016 in bolletta: focus sui rimborsi. Ecco cosa sapere

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Sul sito dell'Agenzia delle Entrate arrivano nuovi chiarimenti in merito al canone Rai 2016 in bolletta: focus sui rimborsi. Ecco cosa sapere

Per snellire le pratiche sui rimborsi del canone Rai, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul suo sito una nuova lista di FAQ aggiornata con i dubbi dei contribuenti.

Rimborso canone Rai, chi può richiederlo e in quali casi

Per i titolari di utenza elettrica, o eredi, l’applicazione web per la richiesta di rimborso del canone sarà attiva a partire dal prossimo 15 settembre. In alternativa, l’istanza, con allegata copia di un valido documento di riconoscimento, può essere inviata tramite raccomandata a: Agenzia delle Entrate – Direzione provinciale 1 di Torino – Ufficio di Torino 1 – Sportello abbonamenti Tv – Casella postale 22 – 10121 Torino.

Di seguito i motivi su cui può basarsi la domanda di rimborso canone:

  • il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica ha presentato la dichiarazione sostitutiva per l’esenzione entro i termini;
  • doppio pagamento: il richiedente ha pagato tramite addebito in bolletta e lui stesso, o un altro componente della sua famiglia anagrafica, ha pagato contemporaneamente il canone anche con altre modalità, ad esempio sulla pensione (codice 3) oppure nell’ambito della stessa famiglia anagrafica il canone risulta pagato due volte con addebito per due diverse utenze elettriche (codice 4);

È anche possibile specificare una motivazione differente da quelle precedenti (codice 6), riassumendola in poche parole nell’apposito spazio.

Canone Rai non dovuto, quali i tempi per il rimborso?

L’Agenzia delle Entrate dovrà verificare la sussistenza dei requisiti per il rimborso. Quando quest’ultimo viene approvato, le imprese elettriche accrediteranno l’importo spettante sulla prima fattura utile oppure utilizzando altre modalità che assicurino l’erogazione entro 45 giorni dalla ricezione dell’ok da parte delle Entrate.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: canone rai 2016, Agenzia delle Entrate

I commenti sono chiusi.