Rimborsi 730: novità nella Legge di Stabilità 2016

Quali novità contiene il testo della Legge di Stabilità 2016 per i rimborsi 730 e la dichiarazione dei redditi? Ecco che cosa cambierà dal prossimo anno

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Quali novità contiene il testo della Legge di Stabilità 2016 per i rimborsi 730 e la dichiarazione dei redditi? Ecco che cosa cambierà dal prossimo anno

Il testo della Legge di Stabilità 2016, così come approvato dal Cdm, contiene novità importanti per i rimborsi 730 e la dichiarazione dei redditi che, salvo modifiche, entreranno in vigore dal prossimo anno. Oltre alla proroga dei bonus energia e ristrutturazioni, la Legge di Stabilità 2016 ha introdotto in particolare novità sui rimborsi fiscali oltre i 4 mila euro e sulla detrazione delle spese sanitarie. Vediamo nel dettaglio che cosa cambierà dal prossimo anno. Bonus mobili: cosa cambia con la Legge di Stabilità 2016  

Rimborsi 730: sparisce il tetto dei 4 mila euro

Per quanto riguarda i rimborsi 730 di importo rilevante, la Legge di Stabilità 2016 prevede che sarà l’Agenzia delle Entrate a stabilire i criteri per definire l’importo oltre il quale scatteranno i controlli. Accelerati anche i tempi: i rimborsi dovranno avvenire entro 4 mesi dalla dichiarazione (contro i sette attuali). Sparisce quindi il limite fisso a 4 mila euro.

730 Precompilato: gli obblighi per la detrazione spese sanitarie dal 2016

La maggiore novità del 730 Precompilato 2016 riguarda l’introduzione della detrazione delle spese sanitarie. Per permettere all’Agenzia delle Entrate di disporre dei dati necessari, strutture sanitarie e medici devono trasmettere tutte le informazioni sulle prestazioni erogate nel 2015. Per i professionisti che non si adeguano entro il termine del 28 febbraio di ogni anno sono previste sanzioni pesanti (da100 a 50 mila euro per ogni omessa, tardiva o errata trasmissione non sanata entro 5 giorni dalla segnalazione del Fisco). Se, in seguito alla segnalazione, si ottempera all’obbligo entro 60 giorni, la sanzione è ridotta di 1/3, con un massimo di 20mila euro. In questi giorni, in seguito alla conferma della previsione di questa riforma nella Legge di Stabilità 2016, si stanno alzando voci di protesta da parte dell’Ordine dei Medici.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditi e Dichiarazioni, Detrazione spese sanitarie, Rimborsi Fiscali

I commenti sono chiusi.