Rigo E4 – 730 QUADRO E: spese per veicoli per disabili

    RIGO E4, SPESE PER VEICOLI PER DISABILI – In questo rigo vanno inserite le spese per veicoli per persone disabili.    VI RIENTRANO: autoveicoli e motoveicoli prodotti in serie ma adattati per il trasporto di persone con limitate capacità motorie. Sono detraibili anche le spese per l’adattamento quali: ° inserimento scivolo a scomparsa […]

di , pubblicato il

 

 

RIGO E4, SPESE PER VEICOLI PER DISABILI – In questo rigo vanno inserite le spese per veicoli per persone disabili. 

 

VI RIENTRANO:

  • autoveicoli e motoveicoli prodotti in serie ma adattati per il trasporto di persone con limitate capacità motorie. Sono detraibili anche le spese per l’adattamento quali:

° inserimento scivolo a scomparsa

° pedana sollevatrice

°sedile scorrevole

° sportello scorrevole

° sistema di ancoraggio carrozzelle

(l’elenco non è vincolante)

  • veicoli anche non adattati ma usati per il trasporto di sordomuti, non vedenti, pluriamputati, soggetti con handicap psichico o mentale comprovato da certificazione e invalidi con indennità di accompagnamento

  • spese di riparazione esclusa la manutenzione ordinaria (come carburante o premio assicurativo)

 

REQUISITI:

  • veicolo intestato direttamente al disabile o al familiare di cui risulti a carico ma in ogni caso essere ad uso esclusivo o principale del disabile.

  • Massimo un veicolo ogni quattro anni ed entro un tetto di spesa massimo di € 18.075,99. L’importo massimo che si può detrarre quindi è di € 3.434,44 (19% della cifra di cui sopra).

  • Casi particolari: si possono ammettere in via straordinaria periodi di detrazione inferiori a 4 anni se risulta dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) che il veicolo sia stato cancellato ad esempio in seguito ad incidente stradale. In caso di furto al limite massimo detraibile va sottratto l’eventuale rimborso assicurativo. In caso di vendita o donazione del veicolo entro due anni dall’acquisto bisogna rimborsare la differenza tra l’imposta che sarebbe risultata senza agevolazione e quella applicata con l’agevolazione (a meno che non risulti che il cambio di veicolo sia stato giustificato da una modifica sopravvenuta della disabilità).

     

Nota. Si può anche scegliere di non beneficiare della detrazione in un’unica formula ma rateizzarla in quattro quote uguali (solo per la parte relativa all’acquisto e non anche ad eventuali riparazioni).

In questo caso, nell’apposita casella del rigo, basterà mettere il numero 1 per indicare che si intende usufruire della prima rata.

 

ESEMPIO: il sig. Rossi ha comprato un veicolo adattato per il trasporto del figlio disabile spendendo 20 mila euro. Poiché la spesa supera il limite massimo detraibile, nell’apposito rigo andrà comunque indicata la cifra 18.076. Nella casella che precede il rigo dovrà scrivere il numero 1 qualora intenda rateizzare la detrazione e quindi usufruire solo della prima rata.

 

 

Rigo E1: Spese SanitarieRigo E15: spese per addetti all’assistenza personale
Rigo E2: spese sanitarie per familiari non a caricoRigo E16: spese per attività sportive dei ragazzi
Rigo E3: spese sanitarie per soggetti disabiliRigo E17, E18 e E19: altri oneri per i quali spetta la detrazione
Rigo E4: spese per veicoli per disabiliRigo E21, E22, E23, E24, E25, E26, E27, E28, E29, E30, E31
Rigo E5: spese per l’acquisto di cani guidaRigo E41, E42, E43, E44: interventi di recupero patrimonio edilizio
Rigo E6: spese sanitarie rateizzate in precedenzaRigo E51, E52, E53: detrazione del 36% per lavori iniziati nel 2011
Righi da E7 a E11: interessi passiviRigo E61, E62, E63 – 730: interventi di riqualificazione energetica
Rigo E13: spese di istruzioneRigo E71, E 72 -730: detrazione per i canoni di locazione
Rigo E14: spese funebriRigo E81, E82.0, E83: altre detrazioni d’imposta
Argomenti: