Riforma pensioni: prestito pensionistico, proroga Asdi e sgravi assunzioni over 55

Proroga Asdi, sgravi fiscali per assunzioni e prestito pensionistico: le tre vie della riforma pensioni per i lavoratori over 55 anni. Tutte le novità.

di , pubblicato il
Proroga Asdi, sgravi fiscali per assunzioni e prestito pensionistico: le tre vie della riforma pensioni per i lavoratori over 55 anni. Tutte le novità.

Ultime novità importanti sulla riforma pensioni: il Pd mette il governo ad un triplice bivio. Per i lavoratori over 55 anni possibile proroga Asdi, sgravi fiscali in caso di assunzioni e prestito pensionistico. Vediamo le differenze e i rispettivi pro e contro della triplice soluzione contenuta nella proposta a firma dei democratici Carlo Dell’Aringa e Giorgio Santini e che si rivolge a tutti coloro che hanno perso il lavoro ma che, avendo compiuto i 55 anni, hanno molte difficoltà a reinserirsi nel sistema della domanda e dell’offerta professionale e che, al contempo, non hanno ancora maturato i requisiti di accesso alla pensione.

Si tratta di un problema che, purtroppo, riguarda non poche persone: padri e madri di famiglia che non riescono ad arrivare a fine mese. La strada per la riforma delle pensioni in queste fattispecie, dicevamo, può essere di natura diversa: aiutare queste persone a sostenersi in modo dignitoso anche senza lavoro tramite una proroga ad hoc degli ammortizzatori sociali, incentivarne l’assunzione o favorirne l’accesso alla pensione anticipata con penalizzazione. Le tre vie sono alternative e dovranno seguire un ordine cronologico con priorità per la riassunzione.  

Riforma pensioni: tutte le novità su prestito, penalizzazione e Asdi

L’idea dei due firmatari della proposta, che ne hanno spiegato il contenuto, è infatti in primis quella di prorogare gli sgravi fiscali per le assunzioni. Si sottolinea come la decontribuzione sia essenziali per questa categoria di disoccupati, quanto lo sia per i giovani. Qualora la ricollocazione lavorativa dovesse fallire, si dovrebbe allora inevitabilmente procedere con la proroga delle misure di sostegno al reddito introdotte in via sperimentale per il 2015 con il Jobs Act (Asdi e Nasdi). L’ultimo step prevede invece la concessione di un prestito previdenziale finanziato anche da una quota pubblica entro il 31 dicembre 2017 e per coloro a cui mancano meno di cinque anni per la pensione. L’importo dell’assegno previdenziale corrisponde a 1.7 volte quello dell’assegno sociale. La quota di prestito da restituire coinciderebbe con una compensazione in concomitanza con il pensionamento effettivo.

Questa misura comporta quindi una penalizzazione sulla pensione ma, secondo i recenti sondaggi, molti lavoratori prossimi alla pensione, accetterebbero senza esitazione una decurtazione sull’assegno pur di giungere all’agognato obiettivo della pensione.

Argomenti: