Riforma Pensioni: niente flessibilità nella Legge di Stabilità 2015?

Per la flessibilità in uscita bisognerà attendere il 2016: nella Legge di Stabilità le pensioni anticipate non saranno trattate.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Per la flessibilità in uscita bisognerà attendere il 2016: nella Legge di Stabilità le pensioni anticipate non saranno trattate.

A farlo sapere è il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan: la flessibilità, e quindi le pensioni anticipate, non saranno contenute nella Legge di Stabilità 2015.   Illustrando i contenuti della prossima manovra il ministro ha spiegato che la flessibilità in uscita non potrà essere all’ordine del giorno per la prossima Legge di Stabilità poiché vanno valutate tutte le coperture necessarie e probabilmente slitterà al prossimo anno con un disegno di legge specifico.   La Legge di Stabilità andrà presentata entro il prossimo 15 ottobre e nel provvedimento, oltre a essere presente l’annunciato taglio delle tasse, si dovrà affrontare anche l’eliminazione delle clausole di salvaguardia che erano state introdotte dalla Legge di Stabilità 2014. Come già annunciato dal premier la manovra sarà di circa 27miliardi di euro e conterrà probabilmente anche una riduzione delle tasse permanente permettendo al tempo stesso la discesa del debito pubblico dal prossimo anno. La Legge di Stabilità 2015 riguarderà anche la Sanità, dove c’è l’assoluta certezza che è possibile spendere di meno e la spending review; a questo proposito Padoan ha annunciato che si sta cercando di guardare a tutte le forme possibili di risparmio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Riforma pensioni