Riforma pensioni: la legge Fornero esportata anche in Cina?

La riforma pensioni non decolla in Italia ma parte per la Cina? L’Inps fa scuola al sistema previdenziale asiatico

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
La riforma pensioni non decolla in Italia ma parte per la Cina? L’Inps fa scuola al sistema previdenziale asiatico

Mentre in Italia il dibattito sulla riforma pensioni sembra arenato in fase di stallo, il Presidente dell’Inps, Tito Boeri, propone di esportare il sistema previdenziale italiano in Cina. Siamo un modello di riferimento? La Repubblica popolare cinese sta avviando una riforma delle pensioni che tiene conto anche dell’Isee delle famiglie per la concessione di agevolazioni sociali e il governo di Pechino non ha escluso la possibilità di prendere a modello i sistemi previdenziali europei. Secondo Boeri quello italiano potrebbe rappresentare un “fiore all’occhiello che risponde alla necessità di selezionare la platea dei beneficiari“. Boeri è stato a Pechino per il progetto sulla riforma della protezione sociale cinese, l’Eu-China social protection reform project, finanziato con fondi cinesi ed europei. Oltre all’Italia, in prima fila in questo scambio di informazioni sul sistema previdenziale, sono impegnati il Belgio, la Francia, la Repubblica ceca, la Polonia, la Romania e la Spagna. La collaborazione andrà avanti almeno per i prossimi quattro anni. Ma la trasferta di Boeri a Pechino, per “insegnare” ai cinesi come riformare il sistema del welfare, non ha mancato di suscitare polemiche e perplessità viste le difficoltà che la riforma delle pensioni sta incontrando in Italia. A che titolo possiamo insegnare all’estero ad essere più equi ed organizzati su questo fronte se noi stessi non sappiamo come fare? Il rischio in Italia è quello di doversi rassegnare a mantenere la riforma Fornero, con tutti i suoi limiti, per altri tre anni. E’ dunque il sistema previdenziale del governo Monti quello che stiamo esportando con orgoglio? Lo stesso che noi vogliamo cambiare, come alla fine ha ammesso anche la stessa ideatrice? L’Europa ha posto dei paletti alla riforma delle pensioni in Italia ma questo non ci ha impedito di arrogarci la pretesa di esportare il nostro sistema previdenziale anche all’estero. Attenti in Cina: se prendete esempio da noi tra qualche anno potreste ritrovarvi di fronte ad un dibattito molto difficile per la riforma degli errori!

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Riforma pensioni

I commenti sono chiusi.