Riforma pensioni ed esodati, ecco le novità allo studio del Governo

Allo studio del Dicastero guidato da Enrico Giovannini pensione anticipata a 62 anni con penalità, esodati ed esodandi e staffetta generazionale, i punti da ritoccare nella riforma pensioni

di , pubblicato il
Allo studio del Dicastero guidato da Enrico Giovannini pensione anticipata a 62 anni con penalità, esodati ed esodandi e staffetta generazionale, i punti da ritoccare nella riforma pensioni

Pensione anticipata con penalizzazione, nodo esodati, introduzione della staffetta generazionale. Sono questi i punti chiave delle modifiche alla riforma pensioni 2012 dell’ex ministro Fornero, su cui sta attualmente lavorando il Governo Letta.

Riforma pensioni: modifiche a fine estate

Fine estate o comunque inizio autunno vedranno la luce alcune modifiche al sistema previdenziale con la revisione della riforma pensioni 2012, quella elaborata con il decreto salva Italia dall’ex ministro del lavoro e delle politiche sociali, Elsa Fornero.

Una riforma di lacrime e sangue è quella che è stata adottata nel dicembre 2011, quando si era appena insediato il Governo tecnico guidato dal professor Mario Monti che, per pareggiare i conti pubblici, ancora in rosso, pensò bene di mettere mano al sistema pensionistico italiano, allontanando l’accesso alla pensione per milioni di lavoratori e lavoratrici che, prossimi al tanto agognato periodo di riposto con la pensione, sono stati e sono tuttora costretti a lavorare ancora. Un ritardo nell’età pensionabile che ovviamente sbarra l’accesso al lavoro per i più giovani.

Pensione anticipata a 62 anni con penalità

I temi su cui sta lavorando il ministro del lavoro Giovannini riguardano da una parte la pensione anticipata, fermando l’accesso all’età pensionabile  62 anni con una riduzione però dell’assegno Inps (si vedano i nostri articoli Pensione anticipata, ecco come cambieràEtà pensionabile e assegno Inps, ecco cosa potrebbe cambiare) e dall’altra il nodo esodati.

Esodati: ne arriveranno altri?

Proprio a quei soggetti rimasti, sempre per effetto della riforma pensioni Fornero, senza stipendio e senza pensione, che sarebbero, secondo gli ultimi decreti attuati per la loro salvaguardia, 130mila, si aggiungerebbero altri soggetti da salvaguardare, i cosiddetti “esodandi” che rimarrebbero scoperti nei prossimi mesi. Una questione senza fine quella degli esodati, a cui i tecnici che hanno messo mano alla riforma previdenziale, non hanno proprio pensato, creando l’impasse attuale.

Staffetta generazionale

Nei piani del Governo Letta per la riforma pensioni e l’accesso al lavoro per i giovani, anche l’estensione su scala nazionale e il rifinanziamento della cosiddetta staffetta generazionale, un meccanismo che prevede il part-time per i lavoratori vicini alla pensione, integrando i contribuiti Inps, a favore dell’ingresso nel mondo del lavoro di giovani inoccupati.

Vedremo se ci saranno cambiamenti in corso d’opera.

 

  [fumettoforum]

Potrebbe interessarti anche:

Riforma pensioni ed esodati, ecco il piano del Governo Letta

Occupazione giovanile e riforma pensioni, ecco i piani del Governo 

Argomenti: , ,