Riforma pensioni: da Quota 102 a Quota 41, ipotesi allo studio

Riforma Pensioni: spunta l’opzione Quota 41, che consente di superare Quota 100 e anticipare l’età della pensione.

di , pubblicato il
Riforma Pensioni: spunta l’opzione Quota 41, che consente di superare Quota 100 e anticipare l’età della pensione.

Come lasciare il mercato occupazionale a 64 anni? I sindacati avanzano le ipotesi allo studio: spunta l’opzione Quota 41, che consente di superare Quota 100 e anticipare l’età della pensione al di sotto dei 67 anni previsti per maturare il diritto alla pensione di vecchiaia.

Allo studio anche Quota 102 che sostituirà la misura previdenziale Quota 100, la quale consente di accedere al pensionamento con 64 anni di età e con almeno 38 anni di contributi.

Riforma delle Pensioni: Quota 41

Quota 41 è la misura previdenziale riservata esclusivamente ai lavoratori precoci ma il Governo sembra essere disponibile ad estenderla a coloro che sono giudicati inidonei, ai lavoratori fragili e a coloro che sono a maggior rischio COVID (lavoratori del settore trasporti e sanità).

Ad oggi è improbabile che il Governo possa decidere di introdurre la misura Quota 41 per tutti a partire dall’anno 2022.

Quota 41 prevede l’uscita dal mercato previdenziale con 41 anni di contributi, a prescindere dall’età anagrafica.

Quota 41 comporterebbe una riduzione dell’assegno previdenziale anche fino al 25% o 30%.

Per accedere alla riduzione del requisito contributivo per i precoci è necessario presentare una domanda di riconoscimento.

Si ricorda che la domanda va presentata online all’INPS attraverso il servizio dedicato.

In alternativa, si può inoltrare l’istanza tramite:

  • Contact Center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • Enti di patronato e intermediari abilitati attraverso i servizi telematici.

Riforma delle Pensioni: in arrivo Quota 102

Con l’addio definitivo di Quota 100 il Premier Draghi studia la possibilità di introdurre Quota 102.

Il meccanismo di Quota 102 sarebbe il medesimo di quello previsto da Quota 100, ma consentirebbe di uscire dal mondo del lavoro al compimento di 64 anni con 38 anni di contributi.

Di certo sarebbe previsto il taglio dell’assegno previdenziale che verrebbe accreditato a coloro che farebbero richiesta di Quota 102.

La nuova misura di anticipo pensionistico Quota 102 comporterebbe un risparmio di spesa rispetto al rinnovo di Quota 100.

Riforma delle Pensioni: in arrivo Quota 92

Altra possibile ipotesi allo studio è la possibile introduzione della misura Quota 92, ma solo per i lavori usuranti.

La misura previdenziale prevederebbe l’abbassamento del numero di anni di contribuzione, consentendo di uscire a 62 anni con 30 anni di contributi.

Per accedere a questa forma di pensione anticipata è necessario essere lavoratori fragili, usuranti e donne.

Argomenti: ,