Riforma pensioni, ape sociale, usuranti, precoci e anticipate: 4mila emendamenti alla legge di Bilancio

Numerosi gli emendamenti presentati alla Legge di Bilancio e molti riguardano la riforma pensioni, l'ape sociale, i lavori usuranti e gravosi e la pensione anticipata in generale.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Numerosi gli emendamenti presentati alla Legge di Bilancio e molti riguardano la riforma pensioni, l'ape sociale, i lavori usuranti e gravosi e la pensione anticipata in generale.

Sono circa 4.000 gli emendamenti presentati alla legge di Bilancio i cui temi centrali sono, oltre alla famiglia, la previdenza e la riforma pensioni.

Le proposte di modifica sono state presentate da tutte le forze politiche: 410 proposte sono arrivate da esponenti del Pd, 550 da Alleanza Poplare, giusto per citare qualche numero.

Riforma pensione ed emendamenti: su cosa sono stati presentati

Tra gli emendamenti presentati dal Pd, che la Commissione Bilancio del Senato dovrà iniziare a votare entro la fine di questa settimana, c’è quello che chiede la proroga dell’Ape sociale fino al 31 dicembre 2019 allargando, allo stesso tempo, la platea dei destinatari includendo i disoccupati che hanno avuto brevi rapporti di lavoro, i lavori gravosi e altre categorie di lavoratori che hanno risentito dei requisiti troppo restrittivi della misura.

Un’altra proposta di modifica presentata è quella che prevede la sospensione dell’adeguamento alla speranza di vita dei lavoratori gravosi mentre altri emendamenti, sempre del Pd, riguardano la previdenza complementare.

La minoranza Dem, invece, insieme a Mdp, stanno cercando di estendere l’opzione donna a tutti i lavoratori e stanno forzando la mano per il rinvio totale dell’adeguamento dell’età pensionabile alla speranza di vita che porterebbe l’età pensionabile a 67 anni a partire dal 1 gennaio 2019. Altra richiesta avanzata è quella di riconoscere il lavoro di cura ai fini previdenziali non tralasciando, tra le proposte, quelle che potrebbero favorire i giovani.

Tra i 550 emendamenti, invece, depositati da Alleanza Popolare, spiccano la proposta del rifinanziamento del bonus bebè anche per il 2018, dei voucher baby sitting e dei buoni per l’istruzione dei figli di famiglie numerose. Si vuole, inoltre, puntare sulla creazione di un fondo caregiver per garantire a chi assiste familiari con handicap grave almeno una contribuzione figurativa ai fini previdenziali.

Altra proposta, che si affianca a quella di Alleanza Popolare sul rifinanziamento del bonus bebè, è quella del Pd che vorrebbe, inoltre, innalzare il tetto dei figli a carico che attualmente è di 2840 euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Riforma pensioni

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.