Riforma pensioni 2022-2023, dalla Quota 102 alle grosse novità attese in primavera

Ecco il lungo percorso per la riforma pensioni 2022-2023, dalla Quota 102 alle grosse novità attese in primavera. Gli scenari e le attese. Ovverosia, cosa dobbiamo aspettarci.

di , pubblicato il
In pensione nel 2022 con e senza le anticipate, ecco i requisiti e le scelte da fare

Ecco il lungo percorso per la riforma delle pensioni 2022-2023, dalla Quota 102 alle grosse novità che sono attese in primavera. Ovverosia, al termine del tavolo di confronto tra il Governo italiano che è guidato dal presidente del Consiglio Mario Draghi. Ed i sindacati di Cgil, Cisl e Uil così come è riportato in questo articolo.

Perché la riforma delle pensioni 2022-2023, si presume, avverrà in due tappe. Con il 2022 che, con l’introduzione della Quota 102 per il dopo Quota 100, sarà in tutto e per tutto un anno di transizione. Non a caso la Quota 102 avrà una durata transitoria di appena 12 mesi. Proprio in attesa poi di misure strutturali.

Riforma delle pensioni 2022-2023, dalla Quota 102 alle grosse novità che sono attese in primavera

Nel dettaglio, a regime la riforma delle pensioni 2022-2023 dovrebbe prevedere maggiore flessibilità in uscita. Così come caldeggiano i Sindacati che, non a caso, ritengono che le misure di pensionamento anticipato con il sistema delle quote siano troppo rigide.

Nello stesso tempo, la riforma delle pensioni 2022-2023 sarà sempre di più basata sull’uscita del lavoro flessibile e sul calcolo degli assegni INPS con il sistema contributivo. È stato infatti proprio il premier Mario Draghi, dopo il varo della legge di Stabilità per il 2022, a sottolineare l’importanza di un ritorno alla normalità per il sistema pensionistico pubblico italiano. Proprio nella direzione del sistema di calcolo delle pensioni con il metodo contributivo pieno.

Perché le grosse novità sulle pensioni sono attese in primavera

Come sopra accennato, le grosse novità sulla riforma delle pensioni 2022-2023 sono attese non prima della prossima primavera. Proprio al termine del tavolo di confronto tra il Governo italiano ed i Sindacati.

Dopodiché l’Esecutivo avrò davanti diversi mesi prima di mettere a punto una riforma per la quale, tra l’altro, Cgil, Cisl e Uil hanno più volte chiesto a gran voce il superamento della legge Fornero. Ma anche altre misure strutturali, a tutela dei giovani, come la cosiddetta pensione di garanzia. Nonché, per quel che riguarda le pensioni, l’estensione della platea dei percettori della quattordicesima mensilità.

Argomenti: , , , , , , , , , , , , , , , ,