Riforma pensioni 2014, nessun intervento nella Legge di stabilità

Il commissario Inps Tiziano Treu ha chiesto maggiore flessibiiltà, ma il ministro Poletti frena: niente riforma pensioni nella legge di stabilità 2015

di , pubblicato il
Il commissario Inps Tiziano Treu ha chiesto maggiore flessibiiltà, ma il ministro Poletti frena: niente riforma pensioni nella legge di stabilità 2015

Maggiore flessibilità per l’accesso alla pensione anticipata soprattutto per le donne, ma non ci sarà alcun intervento previdenziale nella prossima legge di stabilità 2015. E’ quanto chiesto dal neo commissario dell’Inps, Tiziano Treu e per cui arriva la pronta risposta del minsitro Poletti

Riforma pensioni opzione contributivo donne

“Ci sono molte proposte per rendere più flessibile le modalità di pensionamento” ha detto il commissario dell’Inps, Tiziano Treu, che continua “Per le donne ci sono già.

Si tratta di vedere come farlo e quanto costa. Ci sono vari modi per fare quello che si è fatto per le donne anche per gli uomini”. Si ipotizzava così una proroga dei tempi per l’invio delle domande per andare in pensione con il metodo contributivo, o proroga della stessa opzione per la pensione contributiva al 2018. Approfondisci Pensione donne 2014: opzione contributivo. Ecco di cosa si tratta

Pensione prestito Inps

La flessibilità nelle pensioni, invocata da Treu permetterebbe di andare in pensione anticipatamente a partire dai 62 anni di età con 35 di contributi. Tornava anche alla ribalta  l’ipotesi della pensione con prestito Inps. “C’è l’ipotesi di fare un prestito che anticipi una quota della pensione come avevano già calcolato il ministero e l’Inps quindi vediamo qual è quella che ha un costo ragionevole”. Approfondisci: Pensione anticipata a 62 anni e prestito Inps, ultime ipotesi di riforma Pensione anticipata non solo per le donne ma anche con gli uomini con l’opzione contributivo mentre surriscaldava, pochi giorni fa, il dibattito politico sulla riforma pensioni l’ipotesi di estendere la pensione di reversibilità anche alle coppie gay. ( Si rinvia a Riforma pensioni, reversibilità per le coppie gay: il no di Brunetta). 

Le parole di Poletti

Ebbene tutto faceva presagire ad un imminente intervento sulla riforma penisoni nella legeg di stabilità 2015 al vaglio del Cdm. Ma il ministro del lavoro, Giuliano Poletti, frena gli animi. “Al momento nella legge di Stabilità”, ha spiegato il ministro, “non sono previsti specifici interventi sulle pensioni. Comunque domani facciamo una discussione sulla manovra, ma per le pensioni non sono in cantiere né tagli né aggiunte”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.