Riforma PA 2014: turn over, mobilità, Pmi. Ecco le misure

Firmati dal Capo dello Stato i decreti sulla riforma Pa e crescita per le imprese. Ecco le novità in sintesi

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Firmati dal Capo dello Stato i decreti sulla riforma Pa e crescita per le imprese. Ecco le novità in sintesi

In Gazzetta ufficiale il decreto che dà via libera alla riforma PA 2014 del ministro Marianna Madia e quello sulla competitività delle imprese. Tra lo stop al turn over, mobilità obbligatoria, permessi sindacali ecco le novità in sintesi.  Riforma PA 2014 al via E’ stato firmato in serata dal presidente del Consiglio, Giorgio Napolitano, il decreto che il Colle ha sdoppiato in due prevedendo misure anche nel settore agricoltura, ambiente e competitività per le imprese.  Trattenimento in servizio e mobilità obbligatoria Le novità riguardano in primis lo stop al trattenimento in servizio, tranne per i magistrati, non solo quelli in posizioni apicali, per i quali la “finestra” per arrivare allo stop resta al 31 dicembre 2015, e i militari, che sono esclusi. Con l’abolizione del trattenimento in servizio entreranno nella PA 15 mila giovani. Introdotto il limite al turn over per le amministrazioni centrali resta al 20% per il 2014, e confermata la mobilità obbligatoria fino a 50 chilometri.  Permessi sindacali e spese legali Ridotti al 50% i permessi sindacali dal 1 settembre e per ogni associazione sindacale.Ridotta la percentuale sulle spese legali, che è del 75%, e cala al 10% per gli avvocati dello Stato.  Taglio bollette PMI  Per le PMI vengono introdotte delle agevolazioni che consistono nel taglio del 10% dei costi delle bollette energetiche, e il rafforzamento dell’aiuto alla crescita economica (Ace). Agevolazione anche per chi si quota in borsa. Ridotti del 50% anche i diritti annuali che le imprese pagano alle Camere di commercio. Infine si introducono misure di rilancio del settore agricolo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco

I commenti sono chiusi.