Riforma Irpef, Iva e Pil: ecco le ultime notizie in arrivo

Il ministro Gualtieri torna a parlare della riforma Irpef e Iva. Ecco cosa ha detto.

di , pubblicato il
Il ministro Gualtieri torna a parlare della riforma Irpef e Iva. Ecco cosa ha detto.

Il governo è alle prese con la rivoluzione fiscale del taglio Irpef, ma nulla deve essere lasciato al caso.

Si pensa ad una rimodulazione delle aliquote Irpef, soprattutto, per le fasce di reddito medio – basso.

Il più grande scoglio da superare, come ovvio, sta nel riuscire a trovare le adeguate coperture finanziarie e non sarà cosa semplice.

Ancora non si sa come verrà effettuata questa rimodulazione dell’Aliquote, ma di sicuro serviranno non meno di 15 miliardi di euro e, come se non bastasse, alcune somme devono, necessariamente, essere trovate al fine di disinnescare le clausole di salvaguardia Iva anche per il 2021.

Le attuali ipotesi al vaglio dei tecnici del Ministero dell’Economia e delle Finanze sono 3:

  • Rimodulazione (o aumento) delle aliquote Iva;
  • Taglio delle detrazioni fiscali;
  • Recupero dell’evasione fiscale.

Riforma Irpef: ecco le ultime novità

Attraverso una recente intervista a “Omnibus”, su La7, Roberto Gualtieri, Ministro dell’Economia e delle Finanze, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla prossima riforma Irpef.

Per Gualtieri si tratta di una riforma fondamentale che deve essere fatta. Per quanto riguarda le coperture, dice il ministro, il Governo non intende far cassa attraverso l’aumento delle aliquote Iva, anche se qualche piccola modifica potrà essere apportata.

Inoltre, per quanto riguarda le clausole di salvaguardia Iva, che potrebbero scattare dal 2021, dice: “Pensiamo di disattivare le clausole anche il prossimo anno, che abbiamo già ridotto. La riforma fiscale sarà concentrata sull’Irpef”.

Infine, si è parlato anche di Pil che stenta a decollare: “Tutti i nostri indicatori ci danno per gennaio una situazione di ripresa. A gennaio la produzione industriale e il Pil dovrebbero salire. Parliamo di un rimbalzo a gennaio e siamo fiduciosi che l’economia possa ripartire”.

Ricordiamo che il primo decreto sulla prossima riforma Irpef non dovrebbe vedere la luce prima di fine aprile.

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: , ,