Riforma delle pensioni 2022 col brivido, poi tornerà pure la Fornero come uno tsunami

Riforma delle pensioni 2022 col brivido, poi tornerà pure la Fornero come uno tsunami. Ecco come, quando e perché arriverà lo scalone. Quello introdotto con il Governo Monti.

di , pubblicato il
In pensione prima nel 2022 ma lo spettro dei 67 anni resta in agguato: la riforma non scalfisce la Fornero, la rimanda solamente

Si va verso una riforma delle pensioni 2022 col brivido. In quanto è iniziata la battaglia per le quote. Così come riportato in questo articolo. Ma poi, da qui a 2-3 anni, tornerà in auge pure la riforma Fornero come uno tsunami. In quanto la strada per il pensionamento anticipato sarà in tutto e per tutto sbarrata. A chi non avrà compiuto come minimo il 66esimo anno di età.

Nel dettaglio, la riforma delle pensioni 2022 è col brivido in quanto dal prossimo anno per il pensionamento anticipato arriverà lo scalino. Rispetto ai requisiti correnti per ritirarsi dal lavoro con la Quota 100 che non sarà rinnovata o prorogata. E che quindi, come confermato dal presidente del Consiglio Mario Draghi, andrà a naturale scadenza. Con la fine del triennio sperimentale che è fissata al 31 dicembre del 2021.

Riforma delle pensioni 2022 col brivido, poi tornerà pure la Fornero come uno tsunami

In particolare, per il post Quota 100 la riforma delle pensioni 2022 partirà dalla Quota 102. Che permetterà il pensionamento anticipato con 38 anni di contributi. E con il requisito anagrafico che si alzerà di due anni. Da 62 a 64 anni di età generando quindi, come detto, il primo scalino.

Ma poi si passerà dalla riforma delle pensioni 2022 al sostanziale ritorno della Fornero. In quando dal 2023, nelle intenzioni del Governo italiano, si passerà alla Quota 104. Con 38 anni di contributi che basteranno anche nel 2023 per ritirarsi dal lavoro. Ma con il requisito anagrafico che balzerà a 66 anni. Proprio sul filo della riforma Fornero che, prima della Quota 100, aveva introdotto il requisito anagrafico choc dei 67 anni di età.

Ecco il doppio scalino del Governo Draghi che spalancherà le porte alla riforma del Governo Monti

Con il doppio scalino della riforma delle pensioni dal 2022, quindi, nel giro di un paio d’anni l’età pensionabile per l’anticipata sarà innalzata di ben 4 anni.

Lasciando con il cerino in mano migliaia di lavoratori. Ed in particolare quelli che attualmente hanno 60-61 anni.

E magari hanno un’anzianità contributiva molto alta. La situazione, in ogni caso, è in divenire dato che la transizione, per il post Quota 100, potrebbe essere addolcita. Magari introducendo quote intermedie come la Quota 103. Ecco perché la riforma delle pensioni 2022 è davvero col brivido. E perché poi tornerà pure la Fornero come uno tsunami.

Argomenti: , , , , , ,