Ricorso assegno pensione per calcolo errato quota B

Come fare ricorso se la pensione è troppo bassa? Se la quota B della pensione è stata calcolata senza considerare alcuni contributi, cosa fare?

di , pubblicato il
ricorso invalidità

Calcolo assegno pensione errato, la Quota B calcolata non correttamente in base all’anzianità contributiva del lavoratore, ci si chiede se è possibile fare ricorso e come viene effettuato il calcolo secondo la normativa in vigore. Analizziamo il quesito di un nostro lettore, verificando cosa bisogna fare per fare ricorso all’Inps.

Calcolo assegno pensione errato: cosa fare?

Buongiorno, chiedo scusa per la domanda, sono in pensione dal 1 settembre 2018.
La quota B della pensione mi è stata calcolata sulla media di tutti i contributi versati oltre 41 anni, in quanto pur avendo più di 18 anni di contributi nel 1995, a dicembre 1992 ho 14 anni come lavoratore dipendente e quasi 2 anni come artigiano nel 1980/81, sia prima che dopo ho sempre lavorato come dipendente fino al pensionamento anticipato, la pensione che ricevo è meno del 60 x 100 dell’ ultimo stipendio.

Hanno considerato solo i 14 anni da lavoratore dipendente e non i 2 anni che avevo come artigiano, sempre prima del 1992 sulla legge 1992 Amato si diceva più di 15 anni prima del 1992 non specificava in unica cassa, per calcolare la Quota B sulla media degli ultimi 10 anni di contributi versati, si facendo la mia pensione è risultata 700 euro mensili più bassa.

Ho versato tutti contributi pieni non ho né militare ne cassa integrazione, né figurativi, tutte ore lavorate e tutti contributi pieni versati, non ho mai avuto indicazioni per ricongiungere i contributi nel 1992 e nemmeno al momento della domanda di pensione, solo adesso cercando su internet, scopro che ci sono più modi di andare in pensione, ricongiunzione, totalizzazione, mi hanno fatto anche il doppio calcolo e mi hanno messo in pagamento il contributivo in quanto è circa 100 euro al mese minore, in oltre sono invalido a causa di una leucemia in trattamento con 80 x 100 di invalidità riconosciuta dai medici inps e ho saputo che avrei potuto fare domanda per pensione di vecchiaia visto che al primo settembre 1988 avevo 60 anni e 8 mesi, si può fare più niente tipo ricorsi la liquidazione finale della pensione mi è stata mandata con data 20 dicembre 2019, vi ringrazio anticipatamente se potete aiutarmi, e se ci possono essere le motivazioni per fare ricorso, grazie, cordiali saluti.

Come si calcola la quota B per la pensione

La Quota B è calcolata con il sistema retributivo, riguarda l’anzianità contributiva maturata successivamente al  31 dicembre 1992.

La quota B viene determinata sugli ultimi dieci anni, che per i lavoratori dipendenti corrisponde a 520 settimane, mentre per il lavoratori autonomi corrisponde ad un massimo di quindici anni che corrispondo a 780 settimane. Ricordiamo che il D.L. 503/92 prevede tutti i lavoratori con almeno quindici anni di contributi regolarmente versati al 31 dicembre 1992.

Una vista più ampia è arrivata con la Riforma Dini che ha introdotto il sistema contributivo, considerando il calcolo della Quota B solo per i lavoratori con 15 anni di contributi al 31 dicembre 1992 e 18 anni di contributi al 31 dicembre 1995. Per questi lavoratori la Quota B influisce per i contributi versati tra il 1993 e il 2011.

Ricorso amministrativo all’Inps per errori calcolo pensione

Il pensionato che valuta la sua pensione troppo bassa in virtù dell’anzianità contributiva maturata, può effettuare ricorso amministrativo all’Inps. Il pensionato che intende presentare ricorso, deve sottoscrivere direttamente l’istanza oppure può scegliere un rappresentante a cui è stato conferito mandato.

Nell’istanza di ricorso bisogna indicare le motivazione lesive nei suoi confronti; esporre il calcolo amministrativo; allegare la documentazione atta a testimoniare l’istanza presentata. A mio avviso, lei può presentare domanda di ricorso amministrativo, le consiglio di rivolgersi ad un patronato e con loro valutare la sua situazione contributiva e il calcolo pensionistico effettuato.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.