Ricarica reddito di cittadinanza agosto: chi avrà i soldi prima di Ferragosto e chi dovrà aspettare il 26 del mese

La data di pagamento del reddito di cittadinanza dipende da quando è stata presentata e accolta la richiesta di accesso al sussidio.

di , pubblicato il
La ricarica reddito di cittadinanza più bassa del mese scorso (ecco i motivi)

Ad agosto, la ricarica della carta del reddito di cittadinanza potrebbe essere effettuata in anticipo. Il motivo è semplice: il 15 agosto (la prima data utile per l’accredito dell’assegno) è Ferragosto. Quindi è un giorno festivo.

Ovviamente, come ormai avviene di consueto, il pagamento avviene in due periodi distinti, in base a quando è stata presentata e accolta la richiesta di accesso al sussidio. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Reddito di cittadinanza: la ricarica può arrivare prima di ferragosto, ma anche dopo il 26. Ecco per quale motivo

Come ormai sappiamo, la carta del reddito di cittadinanza non viene ricaricata tutti i mesi nello stesso giorno.

La data di pagamento dipende da quando è stata presentata e accolta la richiesta di accesso al sussidio. Sostanzialmente, esse sono due:

  • i nuovi fruitori del sussidio, oppure coloro che hanno chiesto il rinnovo allo scadere delle prime 18 mensilità, già a partire dal 15 di ogni mese, possono recarsi agli uffici di Poste Italiane per ritirare la carta di reddito di cittadinanza già accreditata della relativa mensilità;
  • i vecchi possessori di carta di reddito di cittadinanza, invece, riceveranno il pagamento soltanto a partire dal 27. Comunque non oltre il 30 del mese.

In entrami i casi, si tratta di giorni festivi. Per questo motivo, è molto probabile che l’accredito del reddito di cittadinanza venga anticipato di qualche giorno.

Il 15 di agosto, cade di lunedì, ma è anche Ferragosto. In passato, l’accredito è stato anticipato di qualche giorno.

Verosimilmente, dunque, per i nuovi fruitori del sussidio la ricarica del reddito di cittadinanza per la mensilità di agosto potrebbe venire anticipata a giorno 12, che cade di venerdì.

Il 27 di agosto, invece, è un sabato. Anche in questo caso, il relativo accredito potrebbe essere effettuato in anticipo, a partire da venerdì 26 agosto.

In realtà, bisogna anche dire che non esiste una regola precisa e potrebbe anche verificarsi una situazione opposta, ossia che l’accredito venga posticipato al giorno successivo, lunedì 16 agosto. E’ possibile conoscere la data esatta di pagamento accedendo all’area riservata sul sito dell’INPS attraverso una delle seguenti credenziali

  • identità digitale (SPID);
  • carta d’identità elettronica (CIE);
  • carta nazionale dei servizi (CNS)
Argomenti: ,