Riallineamento valori civili e fiscali delle partecipazioni

L'imposta sostitutiva del riallineamento si può versare in 3 rate

di Roberto Franchini, pubblicato il
 L'imposta sostitutiva del riallineamento si può versare in 3 rate

La possibilità, prevista dall’art. 23, comma 12 del D.L. n. 98/2011, di riallineare i valori civili e fiscali mediante il pagamento di un’imposta sostitutiva del 16%, dei maggiori valori delle partecipazioni di controllo, iscritti in bilancio a titolo di avviamento, marchi d’impresa e altre attività immateriali a seguito di un’operazione straordinaria (conferimento, fusione e scissione), è estesa anche alle operazioni effettuate nel periodo d’imposta in corso al 31.12.2011 (2011 per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare).

IMPOSTA SOSTITUTIVA RIALLINEAMENTO: SCADENZE DA RICORDARE

Il versamento dell’imposta sostitutiva va effettuato in 3 rate di pari importo:

  • la 1° entro il termine di versamento del saldo dell’imposta sui redditi dovuta per il 2012;
  • la 2° e la 3°, rispettivamente, entro il termine per il versamento della prima e della seconda o unica rata di acconto delle imposte sui redditi dovute per il periodo d’imposta 2014.

Tali termini si rendono applicabili anche ai versamenti dell’imposta dovuta per il riallineamento relativo ad operazioni effettuate nel periodo d’imposta in corso al 31.12.2010 o in quelli precedenti. In tali casi l’importo della rata dovuta va maggiorato degli interessi legali, calcolati dall’1.1.2011. Il riallineamento ha effetto dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2014 (2015 per i soggetti con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società