Revisione auto: dal primo novembre si rischiano fino a quasi 8 mila euro di multa

Siamo agli sgoccioli con le proroghe concesse per la revisione auto a seguito dell'emergenza sanitaria del Covid.

di , pubblicato il
Siamo agli sgoccioli con le proroghe concesse per la revisione auto a seguito dell'emergenza sanitaria del Covid.

Siamo agli sgoccioli con le proroghe concesse per la revisione auto a seguito dell’emergenza sanitaria del Covid. La prima scadenza è prevista per il 31 ottobre. Dal 1° novembre, quindi, per coloro che non avranno rispettato l’obbligo della revisione scatteranno le sanzioni e saranno salate.

Al di là delle manutenzioni periodiche, la revisione auto è necessaria, anzi obbligatoria per legge. Serve a mantenere il veicolo in buono stato nel rispetto del Codice della Strada ed a viaggiare in sicurezza (propria ed altrui). Non si scappa.

Revisione auto: tutte le scadenze prorogate

I vari decreti emessi a seguito della pandemia Covid-19 (in particolare, il Decreto Cura Italia) hanno fatto slittare le date di scadenza della revisione auto.

La revisione in scadenza il 31 luglio 2020 è stata prorogata al 31 ottobre 2020. Questa proroga è in scadenza a breve, quindi attenzione.

Il termine del 30 settembre 2020 slitta al 31 dicembre 2020, mentre quello del 31 dicembre 2020 viene spostato al 28 febbraio 2021. In questo caso, si ha più tempo a disposizione ma è bene ricordarsene a tempo debito.

Secondo l’analisi dell’Osservatorio Autopromotec sulla base dei dati forniti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a causa della pandemia, nel primo semestre del 2020 gli italiani hanno speso 107 milioni (-21%) di euro in meno rispetto allo stesso periodo del 2019.

Mancata revisione auto: sanzioni salate

Circolare con la revisione scaduta comporta due rischi: la sicurezza (propria ed altrui) e una multa salatissima.

Se la revisione è scaduta, puoi circolare con la tua auto soltanto per recarti presso un centro specializzato dopo aver preso appuntamento per farla revisionare. Dovrai circolare con un documento che attesti l’appuntamento fissato da mostrare in caso di controllo della Polizia Stradale o Municipale.

Circolare senza aver fatto revisionare l’auto comporta il rischio di una multa da 169 a 679 euro che può raddoppiare se salti la revisione più di una volta.

Le sanzioni non si fermano qui.

Che succede se dall’esito della revisione effettuata risulta lo stato di ‘sospeso‘? Non puoi circolare altrimenti rischi una multa da 1.957 a 7.953 euro. Se anche nel periodo precedente hai trasgredito in questo senso, si aggiunge la sanzione amministrativa accessoria ovvero il  fermo amministrativo dell’auto per 90 giorni. Insisti con le violazioni? Rischi la confisca amministrativa del veicolo.

Se guidi con un certificato di revisione contraffatto, falso, sei soggetto a sanzione amministrativa compresa tra i 419 ed i 1.682 euro oltre al ritiro della carta di circolazione.

Quando fare la revisione auto

La legge italiana obbliga gli automobilisti a far revisionare il proprio veicolo ad intervalli regolari a seconda dell’anzianità dell’auto.

La prima revisione di un’auto immatricolata per la prima volta al PRA va fatta dopo 4 anni.

In seguito, la revisione auto è obbligatoria ogni due anni.

Le auto alimentate a metano devono essere revisionate ogni 4-5 anni, secondo il tipo di bombola omologata in conformità della normativa europea.

In base al decreto del 2009, la revisione di veicoli atipici (auto d’epoca o di interesse storico) va effettuata ogni 2 anni.

Argomenti: ,