'Restituzione bonus 80 euro: tempi e modalità -

Restituzione bonus 80 euro: tempi e modalità

Come può essere restituito il Bonus 80 euro in busta paga da chi non aveva diritto a percepirlo?

di , pubblicato il
Come può essere restituito il Bonus 80 euro in busta paga da chi non aveva diritto a percepirlo?

La domanda che ci si pone più spesso in questo periodo è chi ha diritto al bonus 80 euro in busta paga, mentre il realtà quella più importante e come fare la restituzione del bonus nel caso si è percepito senza averne diritto.

Visto che i calcoli del ministero sui redditi dei contribuenti cui spettava il bonus 80 euro sono stati applicati ai redditi del 2011, molto spesso capiterà che contribuenti percepiscano il bonus 80 euro in busta paga senza averne diritto poichè dal 2011 ad oggi i redditi degli italiani sono profondamente cambiati e chi poteva averne diritto allora potrebbe, allo stesso tempo, aver perduto quel diritto nel corso degli anni.

In caso di mancato diritto alla percezione del bonus 80 euro le vie di uscita sono due. Da una parte si può scegliere di rinunciarvi preventivamente, non ricevendo più il bonus Irpef in busta paga agendo attraverso il portale della Pubblica Amministrazione o dell’Inps che permettono a chi volesse effettuare la rinuncia di farlo telematicamente.

L’altra possibilità, invece, è quella di affidarsi al conguaglio in fase di dichiarazione dei redditi. In questo caso, se il bonus fosse stato percepito senza averne diritto, dalla dichiarazione dei redditi sarebbe stornato il bonus Irpef pari a 960 euro annui (e il contribuenti si troverebbe a doverlo restituire in un’unica soluzione). Se invece, al contrario, si era sottoscritta la rinuncia anticipatamente ma in realtà si aveva diritto al bonus il contribuente si vedrà attribuire i 960 euro nella dichiarazione dei redditi.

Si ricorda che il bonus 80 euro in busta paga spetta a tutti i contribuenti con redditi compresi tra gli 8mila e i 24mila euro l’anno in forma piena, mentre per i contribuenti con redditi compresi tra 24mila e 26mila euro l’anno sarà erogato in forma ridotta.

Argomenti: ,