Regione Lazio e ferrovie regionali. Continuerà la Caienna, con il consenso di M5S e PD

Roma, 21.06.2018. Affidare la gestione delle ferrovie regionali Roma-Lido di Ostia, Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti all’Atac (azienda di trasporti pubblici romani), e’ come incaricare Dracula della custodia di sacche di sangue. Non contenti di soddisfare Dracula con le sacche, si vuole passare, direttamente, all’affidamento dei corpi dei donatori di sangue al vampiro. Cosa è successo? Il […]

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Roma, 21.06.2018. Affidare la gestione delle ferrovie regionali Roma-Lido di Ostia, Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti all’Atac (azienda di trasporti pubblici romani), e’ come incaricare Dracula della custodia di sacche di sangue. Non contenti di soddisfare Dracula con le sacche, si vuole passare, direttamente, all’affidamento dei corpi dei donatori di sangue al vampiro. Cosa è successo? Il […]

Roma, 21.06.2018. Affidare la gestione delle ferrovie regionali Roma-Lido di Ostia, Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti all’Atac (azienda di trasporti pubblici romani), e’ come incaricare Dracula della custodia di sacche di sangue. Non contenti di soddisfare Dracula con le sacche, si vuole passare, direttamente, all’affidamento dei corpi dei donatori di sangue al vampiro.
Cosa è successo?

Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato una mozione, presentata dal M5S, che prevede la “cessione”, al Comune di Roma, delle ferrovie regionali suddette. Immaginate un’azienda, che è in stato comatoso, con 1,4 miliardi di debito, con 12 mila dipendenti, che ha un parco vetture fatiscenti, che diventa proprietaria anche delle strutture ferroviarie, con relativi costi. Sarebbe la certificazione finale del disastro del trasposto pubblico.

Nel dibattito è intervenuto l’assessore ai Trasporti, che ha proposto una “valutazione della cessione”. Insomma, da valutare se consegnare i donatori di sangue al vampiro o continuare ad affidargli solo la custodia delle sacche di sangue.

Nel rapporto Pendolaria 2017, della Legambiente, la ferrovia Roma-Lido di Ostia, attualmente in concessione al Comune di Roma, è definita la peggiore d’Italia.
Tanto per citare un disservizio, ricordiamo quello relativo ai passeggeri scesi sui binari per raggiungere la stazione vicina. Si immagini la scena, con persone, anche anziane, che scendevano con borse e valigie sulla massicciata ferroviaria da una altezza di circa un metro.

Manteniamo la denominazione di “Caienna” alle linee ferrovie regionali, in concessione al Comune di Roma.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL’ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Diritto amministrativo, Curiosità

I commenti sono chiusi.