Regime forfettario 2020: esclusione e accertamenti

Meccanismi premiali e nuove cause di esclusione. Quello che devi sapere sul nuovo regime forfettario.

di , pubblicato il
Meccanismi premiali e nuove cause di esclusione. Quello che devi sapere sul nuovo regime forfettario.

Nuove conferme per quel che sarà il regime forfettario nel 2020.

I dettagli sono già stati inseriti nel collegato decreto fiscale alla Legge di Bilancio 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale sotto forma di Decreto Legge.

Non stravolgimenti di sorta, ma 2 novità molto importanti. Si tratterebbe di nuove cause di esclusione, ma anche di meccanismi premiali per chiunque intenda adottare la fatturazione elettronica.

Le nuove cause di esclusione

Oltre il limite, già esistente, dei 65 mila euro di fatturato annuo, altri due paletti vanno ad aggiungersi al novero delle cause che potrebbero comportare l’esclusione dal regime forfettario e, dunque, alla tassazione agevolata del 15 per cento.

A partire dal primo gennaio 2020, i titolari di questo regime dovranno stare attenti ad altri 2 limiti imposti dal governo:

  • Limite di reddito da lavoro dipendente o da pensione di 30 mila euro;
  • Limite di costi per le retribuzioni di dipendenti e collaboratori di 20 mila euro.

Tutto ciò, inevitabilmente, finirà per restringere la platea dei titolari di questo regime.

Meccanismi premiali dal regime forfettario

Cruciale sarà la questione “e – fatture”. È possibile leggere, all’articolo 88 della Legge di Bilancio, quanto segue: «per i contribuenti che hanno un fatturato annuo costituito esclusivamente da fatture elettroniche, il termine di decadenza di cui all’articolo 43, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, è ridotto di un anno».

In altre parole, per chiunque voglia, volontariamente, utilizzare la fatturazione elettronica, potrà godere di uno sconto di un anno, sul periodo massimo in cui l’amministrazione finanziaria potrà inviare accertamenti al contribuente. L’agenzia delle Entrate avrà solo 4 anni, e non più 5, per presentare un avviso.

Leggi anche: “Per Isa e forfettari, acconti tasse di novembre ridotti del 10%”.

Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.