Redditometro, per i lavoratori transfrontalieri sarà su misura

Il redditometro per i lavoratori transfrontalieri terrà conto della loro situazione particolare. Lo assicura il viceministro Luigi Casero in Commissione finanze alla Camera

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Il redditometro per i lavoratori transfrontalieri terrà conto della loro situazione particolare. Lo assicura il viceministro Luigi Casero in Commissione finanze alla Camera

redditometro sui lavoratori transfrontalieri in Svizzera o altri paesi oltreconfine sarà su misura. A chiarirlo il viceministro all’economia Casero, nel corso di un question time alla Camera.

 Redditometro: partono i primi controlli

Mentre partono le prime lettere di notifica a 35mila contribuenti, il cui nominativo è nelle liste selettive (si rinvia al nostro articolo Redditometro, arrivano le prime lettere. Ecco chi le riceverà), sul nuovo redditometro 2013 è recentemente intervenuto il viceministro all’economia, Luigi Casero.

 Redditometro transfrontalieri: il question time alla camera

In commissione finanze alla Camera il viceministro ha rassicurato soprattutto i transfrontaleri, per i quali il redditometro sarà su misura. Che significa? Che sostanzialmente, essendo particolare la loro situazione di lavoratori, il redditometro terrà conto di questo , quindi che il loro reddito è determinato sulla base di retribuzioni convenzionali stabilite con decreto annuale del ministero del lavoro oppure risulta esclusivamente tassato nel paese oltre confine (Svizzera).

[fumettoforumright]

 Lavoratori transfrontalieri: chi sono 

I lavoratori transfrontalieri sono coloro che svolgono la loro attività lavorativa in Svizzera ovvero in altri  paesi oltreconfine. Per i primi, sulla base dell’accordo bilaterale del 3 ottobre 1974, i redditi imponibili sono tassati solo in Svizzera, con esonero dagli obblighi dichiarativi in Italia. Per tutti gli altri invece si deve guardare ai singoli accordi stretti con i paesi oltreconfine. Soltanto per i redditi percepiti nell’anno 2012 è possibile, per l’Amministrazione finanziaria, stabilire se sono riferiti ad un transfrontaliero, in quanto per tale tipologia di lavoratore la dichiarazione dei redditi riporta uno specifico codice identificativo. Sarà invece il contraddittorio preventivo a chiarire le situazioni relative agli anni precedenti.

 Redditometro transfrontalieri: le rassicurazioni di Casero

Insomma situazioni particolari che, se il Fisco italiano non ne tiene conto, possono destare incongruenze. Il viceministro rassicura ma non si sbilancia sulle modalità in cui verrà applicato a tali soggetti il redditometro e i relativi controlli. Si attendono documenti ufficiali da parte dell’Amministrazione finanziaria. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditometro