Redditometro 2012 in dirittura d’arrivo. Palestra, colf e cellulari sotto l’occhio del Fisco

Nuovo redditometro 2012 presentato dal direttore Befera in audizione alla camera. Nuovi indicatori della ricchezza degli italiani, sempre più spiati in nome della lotta all’evasione

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Nuovo redditometro 2012 presentato  dal direttore Befera in audizione alla camera. Nuovi indicatori della ricchezza degli italiani, sempre più spiati in nome della lotta all’evasione
Sotto la lente del Fisco nuove spese degli italiani: dai telefoni cellulari all’iscrizione alla palestra

Redditometro 2012. E’ questo l’oggetto dell’audizione di ieri, 11 settembre, del direttore  dell’agenzia delle entrate, Attilio Befera, che si baserà su nuovi parametri e misurerà in maniera reale la ricchezza degli italiani.

Redditometro: cos’è

Il redditometro, anche conosciuto come accertamento sintetico di tipo induttivo,  è lo strumento attraverso il quale il Fisco può stimare il reddito presunto di un contribuente, sulla base delle spese effettuate, tramite una serie di parametri stabiliti a priori.

Calcolo redditometro

Il nuovo redditometro individua sette categorie di spesa come abitazione, mezzi di trasporto, assicurazione e contributi, istruzione, attività sportive e ricreative e cura delle persona, altre spese significative, investimenti immobiliari e mobiliari netti. Nel capitolo abitazione possono rientrarvi le spese relative ai mutui, alle ristrutturazioni, agli elettrodomestici, agli arredi ma anche quelle per l’energia elettrica, i collaboratori domestici, la telefonia fissa e mobile e il gas. Quanto ai mezzi di trasporto, nel mirino del redditometro vi sono le spese per minicar, caravan, barche, moto, auto e mezzi di trasporto in leasing o noleggio.

 Nuovo redditometro 2012

 Il direttore delle Entrate, nonché di Equitalia, Attilio Befera, ieri in audizione alla Camera ha presentato,  a grandi linee, il nuovo redditometro 2012. Dopo aver “cercato di difendersi” da chi accusa Equitalia si essere la causa di numerosi problemi degli italiani, Befera risponde con i numeri, affermando che «da quando sono direttore abbiamo recuperato oltre 40 miliardi di euro di evasione. Sentendo i vostri interventi ( quelli dei parlamentari presenti), ho la sensazione che questi soldi li abbiamo presi a cittadini onesti, vessati. Credo non sia questa la realtà».  Poi dopo l’autodifesa, Befera afferma che il nuovo redditometro 2012 ancora non è del tutto rifinito. “Ci stiamo lavorando, spero a breve di averlo a disposizione (…) Preferisco ritardare un po’ ma avere uno strumento efficace. Stiamo facendo due forme di redditometro, uno per la selezione preventiva e uno per le attività di controllo ». Il nuovo redditometro 2012 che, secondo quanto si apprende dalle parole di Befera, si dividerà in due tempi, dando la possibilità al contribuente di dimostrare la compatibilità delle proprie spese con il reddito dichiarato prima di far scattare gli eventuali controlli. Nel calcolo del nuovo redditometro 2012, non solo la barca o la macchina di lusso, ma ne mirino finiranno le spese per la colf, per il telefonino cellulare ( quanti modelli cambiano gli italiani?), per l’asilo o l’università dei figli, fino all’abbonamento in palestra, alla parcella del veterinario, alle donazioni alle associazione di volontariato. 100 indicatori, divisi in sette grandi categorie, che definiscono la capacità di ricchezza del contribuente e se vi fossero elementi discordanti, ecco che partono i controlli del Fisco. Il nuovo redditometro 2012 spierà sempre di più le nostre vite, in nome di una lotta all’evasione fiscale, individuata da più parti come la causa principale dei buchi del debito italiano. Sarà così?

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Redditometro al ristorante? Si chiama tovagliometro

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditometro