Redditometro 2012 al via oggi. Quali documenti vanno conservati?

Sarà presentato oggi il nuovo software Redditest. Quali documenti devono essere conservati per difendersi dal redditometro 2012 e dalle sue 100 voci di spesa

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Sarà presentato oggi il nuovo software Redditest. Quali documenti devono essere conservati per difendersi dal redditometro 2012 e dalle sue 100 voci di spesa

Redditometro 2012 in partenza oggi, con l’avvio del nuovo software Redditest. Quali documenti deve conservare il contribuente per difendersi dal redditometro quando si avvierà l’accertamento?

Redditometro 2012: oggi il nuovo software Redditest

Oggi ci sarà la presentazione ufficiale del nuovo redditometro 2012 e in particolare del nuovo software redditometro, denominato Redditest che consentirà ai contribuenti di verificare la coerenza tra il reddito che intendono dichiarare al Fisco e il tenore di vita tenuto. 100 le voci di spesa da prendere in considerazione: dall’abitazione, ai mezzi di trasporto, alle assicurazioni e contributi previdenziali, alle attività sportive e tempo ibero, fino agli investimenti immobiliari e mobiliati. Verde,  gialla o rossa sarà la spia che si accenderà dopo la compilazione del Redditest o in tutti i supoi campi. Se la spia è rossa, il Fisco inviterà il contribuente ad un confronto. Cosa fare?

Redditest:  verde, giallo o rosso

Dopo aver ricordato in questa stessa sede, le “giustificazioni” che può addurre il contribuente quando dovesse risultare incoerenza tra quanto dichiarato e quanto tenuto ( si veda a tal proposito il nostro articolo Redditometro 2012: parte domani il software Redditest), il contribuente deve fornire le sue prove “documenti alla mano”. E quali sono questi documenti?

Redditometro 2012: i documenti utili per difendersi

Le regole base sono poche ma fondamentali quando si parla di difesa dal redditometro. E più che difesa dal redditometro 2012 sono regole che dovrebbero essere seguite a prescindere dall’invito al confronto tra contribuente e Fisco. Innanzitutto il contribuente deve sempre annotare quotidianamente le spese sostenute all’interno della sua famiglia. Poi deve sempre farsi consegnare e debitamente conservare scontrini, fatture, quietanze di pagamento, ricevute, attestazioni ecc. insomma tutti quei documenti che attestano gli acquisti fatti e che possono essere portati a prova della propria buona fede innanzi alle Entrate, contestando così il reddito dichiarato. Essendo 100 le voci di spesa interessate dal nuovo redditometro 2012 e che sono prese in considerazione dal software Redditest, tanti sono i documenti che il contribuente deve conservare con cura. Ad esempio si pensi alla voce di spesa riguardante il tempo libero del contribuente, o i mezzi di trasporto p le spese per l’istruzione. Cosa si deve conservare?

Redditometro 2012: i documenti da conservare per il tempo libero

Andando per ordine, per le attività rientranti nel tempo libero del contribuente che possono essere soggette al redditometro 2012, si devono conservare specifici documenti, quali:

– per attività sportive: ricevuta di iscrizione e pagamento della retta mensile della palestra,

–  per la pay tv: fattura del canone mensile,

-per viaggi: fattura/ricevuta agenzia di viaggio o tour operator ovvero biglietto aereo, treno, nave, pedaggio autostradale, ecc

-alberghi, ristoranti, b&b, agriturismi: ricevuta/fattura.

Redditometro 2012: documenti per moto e auto

Per ciò che invece riguarda le spese per mezzi di trasporto, si deve conservare in caso di auto e moto, ma anche barche e aerei la fattura di acquisto, la scheda carburante, canoni di noleggio, pedaggi autostradali, ecc..

Redditometro 2012: le altre spese

Ma non bisogna dimenticare che per difendersi dal redditometro 2012, il contribuente deve anche conservare documenti riguardanti altre spese, come gli assegni periodici al coniuge ( in tal caso va conservata sia la copia della sentenza di separazione o divorzio che le ricevute del pagamento di quote mensili), donazioni ( in tal caso vanno conservate le attestazioni di pagamento), e anche spese veterinarie, conservando certificati medici, cartelle cliniche.

Redditometro 2012 e software Redditest al via. Oggi presentazione all’Agenzia delle entrate del software autodiagnostico di compliance fiscale. Vedremo che impatto avrà sulla vita dei contribuenti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditometro

I commenti sono chiusi.