Se hai un reddito molto basso ti spettano questi bonus

Quali bonus sono disponibili nel corso dell'anno 2023 per le famiglie che hanno un reddito molto basso? Ecco di quali si tratta.

di , pubblicato il
Bonus 150 euro

“È difficile amare il genere umano a meno che non si abbia un reddito ragionevole, e quando uno ha un reddito ragionevole ha cose migliori da fare che amare il genere umano”, affermava Hugh Kingsmill. In effetti non si può negare come i soldi, pur non essendo garanzia di felicità, si rivelino essere utili in diverse situazioni.

Basti pensare alla spesa settimanale, ai vestiti, alla benzina e tanti altri prodotti che per essere acquistati necessitano di un esborso economico spesso non indifferente. Non tutti però, complice la crisi economica in atto, riescono a sostenere le varie spese. Proprio in tale ambito giungono fortunatamente in aiuto le varie agevolazioni messe a sostegno delle famiglie da parte del Governo. Ma quali sono i bonus riconosciuti nel corso del 2023 alle persone che hanno un reddito molto basso? Ecco cosa c’è da aspettarsi.

Se hai un reddito molto basso ti spettano questi bonus

Le persone con un reddito molto basso riscontrano, per ovvi motivi, delle enormi difficoltà a pagare i vari beni e servizi di proprio interesse.

Per questo motivo è importanti non lasciarsi scappare eventuali agevolazioni. In particolare è bene sapere che sono diversi i bonus a favore delle famiglie con un Isee inferiore a quota 15 mila euro. Tra questi si annoverano i seguenti:

  • Bonus sociale bollette. Introdotto al fine di abbassare l’importo delle bollette delle utenze domestiche, ne hanno diritto le famiglie con Isee inferiore a 15 mila euro. Quest’ultime si vedono erogare tale bonus grazie ad uno sconto applicato sulla fattura direttamente dal proprio gestore.
  • Assegno unico. Misura a favore delle famiglie con figli a carico, l’assegno unico universale viene riconosciuto a prescindere dal valore dell’Isee.
    In presenza di un Indicatore della Situazione Economica Equivalente inferiore a 15 mila euro, comunque, si ha diritto a vedersi riconoscere un importo maggiorato. In base a quanto si evince dall’articolo 4, comma 8, del decreto legislativo n. 230 del 29 dicembre 2021, infatti:

Nel caso in cui entrambi i genitori siano titolari di reddito da lavoro, è prevista una maggiorazione per ciascun figlio minore pari a 30 euro mensili. Tale importo spetta in misura piena per un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro. Per livelli di ISEE superiori, esso si riduce gradualmente. […] Per livelli di ISEE superiori a 40.000 euro la maggiorazione non spetta”.

Bonus per isee inferiore a 10.000 euro

  • Bonus occhiali. Si tratta di un’agevolazione a favore delle famiglie con Isee inferiore a quota dieci mila euro. Permette di ottenere un voucher o rimborso nel caso in cui si acquistino degli occhiali da vista o lenti a contatto nel periodo che va dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2023.
  • Social card, conosciuta anche con il termine Carta acquisti. È rivolta alle famiglie con bimbi di età inferiore a tre anni oppure agli anziani over 65 anni. Si tratta di un contributo pari a 80 euro ogni due mesi, che può essere utilizzato, ad esempio, per pagare la spesa, le bollette oppure le medicine. Per poter beneficiare di questa agevolazione bisogna avere un reddito annuale inferire a 6.781,76 euro. Soglia che incrementa fino a 9.042,34 euro per persone con un’età superiore a 70 anni.
Argomenti: ,