Reddito minimo garantito: ecco le ipotesi del governo

Reddito minimo garantito: cosa prevede di fare in governo in proposito?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Reddito minimo garantito: cosa prevede di fare in governo in proposito?

Un’altra incombenza che il governo dovrebbe affrontare è quella di contrastare la povertà e proprio in tal senso il ministro Poletti ha preso impegni, nelle scorse settimane, per rafforzare il programma per contrastare la povertà già in fase sperimentale nelle città del sud.   Al momento concesso a circa 10mila famiglia l’assegno per il Sostegno per l’inclusione attiva coinvolge nella sua sperimentazione circa 40mila con un importo medio di 360 euro mensili.   Lo scopo del reddito minimo garantito è quello di riportare le persone al di sopra della soglia della povertà assoluta. Per esempio ad una famiglia con un reddito inferiore a 980 euro mensile con due figli sarebbe riconosciuto un assegno di 780 euro al mese con la condizione che chi ne usufruisce partecipi a programmi di reinserimento sociale.   Il governo, al momento, sta valutando di utilizzare oltre alle dichiarazioni dei redditi anche i parametri Isee per fare in modo che la condizione di vita delle famiglie sia realmente chiara.   All’operazione sopra descritta dovrebbe essere affiancato anche un sussidio per gli over 55 rimasti senza lavoro. Al momento si stanno prendendo in considerazioni diverse ipotesi per gli over 55 che vanno dai reinserimento nel mondo del lavoro ad una possibile estensione dell’Asdi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni