Reddito di inclusione da solo non basta: i lavori inventati per contrastare la povertà

Reddito di inclusione contro la povertà: il lavoro 2.0 può aiutare ad ottimizzare le risorse. Ecco come e cosa ci chiede l'Europa

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Reddito di inclusione contro la povertà: il lavoro 2.0 può aiutare ad ottimizzare le risorse. Ecco come e cosa ci chiede l'Europa

 

A che punto siamo con il reddito di inclusione? Circa un mese fa una Raccomandazione della Commissione europea ha invitato gli Stati membri a garantire un reddito minimo per chiunque non disponga di risorse sufficienti a condurre una vita dignitosa dal punto di vista economico.

Leggi anche: Reddito Inclusione Attiva, a chi spettano 485 euro al mese

Reddito di inclusione: a che punto siamo?

Il processo per il riconoscimento del Sostegno attivo all’inclusione (SIA) è stato avviato in via sperimentale dal governo Letta nel 2013. Il Parlamento di recente ha dato il via libera a Matteo Renzi per riformare l’assistenza sociale introducendo un Reddito di inclusione (REI) volto a garantire su tutto il territorio l’accesso a beni e servizi “ necessari a condurre un livello di vita dignitoso”. Una misura ritenuta insufficiente ad esempio dai 5 Stelle. La Commissione Europa dal canto suo ha esortato ad accompagnare il REI con incentivi e servizi di inserimento nel mercato del lavoro per chi vive in condizioni di povertà ma potrebbe lavorare.

Lavoro 2.0: le nuove professioni ci salveranno dalla povertà?

La crisi occupazionale persiste: il lavoro non basta per tutti. Ma proprio dall’innovazione tecnologica può arrivare una possibile, seppur parziale risposta. Si pone spesso l’accento sul rischio che i robot ci rubino il lavoro ma in un altro senso proprio la digitalizzazione del lavoro potrebbe essere la chiave di risposta alla povertà stagnante: inventarsi un lavoro invece di cercarne uno che già esiste e che, evidentemente visti i numeri, scarseggia.

Se ne discuterà a Napoli in questi giorni in occasione del Festival sullo Sviluppo Sostenibile: è possibile affrontare in un’unica direzione la povertà e la mancanza di lavoro?

Leggi anche: Inventarsi un lavoro, ecco cosa potrebbe funzionare nei prossimi anni

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ammortizzatori sociali, Reddito inclusione attiva, Lavoro 2.0