Reddito di Emergenza per i lavoratori marittimi: ecco quando presentare la domanda

Anche i lavoratori marittimi hanno diritto di beneficiare del Reddito di Emergenza, misura straordinaria di sostegno al reddito,

di , pubblicato il
Anche i lavoratori marittimi hanno diritto di beneficiare del Reddito di Emergenza, misura straordinaria di sostegno al reddito,

Anche i lavoratori marittimi hanno diritto di beneficiare del Reddito di Emergenza, misura straordinaria di sostegno al reddito, che ha lo scopo di supportare i nuclei familiari in condizioni di difficoltà economica a causa dall’emergenza pandemica.

I lavoratori dipendenti di navi che sono in possesso di determinati requisiti possono presentare la domanda per richiedere il Reddito di Emergenza.

Reddito Emergenza per lavoratori marittimi: a chi spetta questa misura?

Il Reddito di Emergenza è una misura di sostegno economico istituita con l’articolo 82 del Decreto Rilancio in favore dei nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza epidemiologica.

Il Decreto-Legge 28 ottobre 2020, n. 137 ha previsto due ulteriori quote per i mesi di novembre e dicembre 2020.

Per richiedere il Reddito di Emergenza il marittimo deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza in Italia, verificata con riferimento al componente richiedente il beneficio;
  • un valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore a 15.000 euro;
  • un valore del reddito familiare inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio;
  • un valore del patrimonio mobiliare familiare inferiore a una soglia di 10.000 euro, accresciuta di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20.000 euro.

Reddito di Emergenza 2020: a chi non spetta?

Il Reddito di emergenza non potrà essere richiesta da coloro che percepiscono il bonus INPS di 600 euro, ovvero dai lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago, dai collaboratori coordinati e continuativi, dai lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, dai lavoratori dello spettacolo e dai lavoratori del settore agricolo.

Non possono presentare la domanda tutti coloro che hanno nel nucleo familiare un componente che sia:

  • percettore di reddito di cittadinanza e di tutte le misure aventi finalità analoghe di cui all’articolo 13, comma 2, del Decreto Legge numero 4 del 2019.
  • titolare di pensione diretta o indiretta ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;
  • titolare di un rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione lorda sia superiore alle soglie previste per l’ammontare del beneficio.

Reddito di Emergenza Lavoratori Marittimi: come presentare la domanda all’INPS?

Il Reddito di Emergenza per i Lavoratori Marittimi viene erogato dall’INPS su richiesta degli aspiranti beneficiari.

Per inserire una nuova domanda bisognerà accedere al portale dedicato messo a disposizione dall’INPS.

Una volta effettuato l’accesso, bisognerà selezionare la voce “Acquisizione” presente nel sottomenù “Gestione Domanda”.

Ecco le 3 sezioni del Modulo di domanda da compilare:

  • Quadro A del Modulo, con i dati del richiedente o tutore corrispondente alla parte dell’anagrafica del tutore, qualora presente, e del richiedente;
  • Quadro B del Modulo, “Dichiarazione possesso requisiti e modalità di pagamento”, corrispondente alla dichiarazione di eventuali componenti del nucleo in stato detentivo o istituti di lunga degenza, all’autocertificazione del possesso dei requisiti ed alla scelta del metodo di pagamento;
  • Quadro C del Modulo, “Sottoscrizione dichiarazione”.

La domanda per il Reddito di Emergenza deve essere presentata attraverso i centri di assistenza fiscale di cui all’articolo 32 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241; il sito internet dell’INPS, autenticandosi con PIN, SPID o CNS; gli istituti di patronato di cui alla legge 30 marzo 2001, n. 152.

Argomenti: ,