Reddito di Residenza, quasi un Reddito di Cittadinanza da 700 euro al mese

Alcune regioni sono disposte a erogare ben 700 euro al mese ai soggetti che decidono di trasferirsi nei loro centri, vediamo quali e come funziona questo bonus.

di , pubblicato il
Alcune regioni sono disposte a erogare ben 700 euro al mese ai soggetti che decidono di trasferirsi nei loro centri, vediamo quali e come funziona questo bonus.

Dopo il Molise, anche l’Umbria potrebbe avere il suo “Reddito di Residenza Attiva”, simile ad un Reddito di Cittadinanza, ma con alcuni paletti.

Si tratta, sostanzialmente, di un bonus da 700 euro al mese, erogato ai soggetti che decidono di trasferirsi in alcune aree della regione in cui è accentuato il fenomeno dello spopolamento.

Una misura, chiaramente, volta a porre un argine a questo fenomeno.

Per ottenere il reddito, in ogni caso, ci sono alcuni paletti che bisogna rispettare, vediamo di cosa si tratta e dove è possibile ottenerlo.

Reddito di Residenza Attiva in Molise

Il Reddito di residenza Attiva è, sostanzialmente, come spiegato dalla stessa Regione Molise, un contributo economico erogato a favore dei “soggetti che intendono trasferire la propria residenza in uno dei comuni molisani con meno di 2000 abitanti e che intendono avviare un’attività imprenditoriale nel comune o recuperare, anche a fini abitativi, beni immobili appartenenti al patrimonio storico culturale”.

Questo bonus, poco meno di 700 euro al mese, è valido per 36 mesi (3 anni) a partire dalla data di presentazione della domanda.

Il contributo economico complessivo è di 24 mila euro, da erogare in tranche da 8 mila euro l’anno.

Per chiunque fosse interessato è possibile consultare il pagina web della Regione Molise dedicata all’iniziativa.

Reddito di residenza attiva proposto anche in Umbria

Dopo il Molise, la stessa iniziativa è allo studio della Regione Umbria.

A proporla è stato Thomas De Luca, capogruppo del Movimento 5 stelle in consiglio regionale.

Anche in questo caso, il progetto intende affrontare il problema dello spopolamento dei piccoli centri urbani e, come per il Molise, la proposta è quella di erogare la stessa somma di denaro (700 euro al mese circa), per i soggetti che decidono di trasferirsi in questi luoghi e aprire una qualsiasi attività di natura economica.

In ogni caso, staremo a vedere quali saranno gli sviluppi della proposta, ricordiamolo, da poco presentata in consiglio regionale.

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,