Reddito di Cittadinanza: se non presento una DSU aggiornata decado dal beneficio?

Un lettore ci chiede se la variazione del numero dei componenti del nucleo familiare comporta la decadenza dal beneficio economico.

di , pubblicato il
Un lettore ci chiede se la variazione del numero dei componenti del nucleo familiare comporta la decadenza dal beneficio economico.

Il Reddito di Cittadinanza è una forma condizionata e non individuale di reddito minimo garantito.

La somma mensile del Reddito di Cittadinanza va spesa entro la fine del mese solare successivo a quello in cui è avvenuto l’accredito.

Rispondiamo ad una domanda pervenuta alla Redazione di Investire Oggi:

“Buongiorno, sono titolare della card Reddito di Cittadinanza: da un mese mio figlio è andato a vivere da solo e il mio nucleo familiare da 3 componenti ha subito una variazione. Adesso il mio nucleo familiare è costituito da due persone: io e la mia nuova compagna in quanto sono divorziato da anni. La mia domanda è se decado dal beneficio economico che percepisco da 5 mesi. Inoltre, per non decadere devo necessariamente presentare la DSU aggiornata? Grazie”.

Reddito di Cittadinanza: cosa fare se varia il numero dei componenti del nucleo familiare?

Rispondiamo al quesito pervenuto in Redazione: il lettore ci chiede se la variazione del numero dei componenti del nucleo familiare comporta la decadenza dal beneficio economico.

Precisiamo che deve essere presentata la DSU aggiornata in caso di variazione del numero dei componenti del nucleo familiare.

Si prevede la decadenza dal Reddito di cittadinanza quando uno dei componenti il nucleo familiare:

  • non presenta una DSU aggiornata in caso di variazione del nucleo familiare;
  • non effettua la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro;
  • non partecipa alle iniziative di carattere formativo o di riqualificazione o ad altra iniziativa di politica attiva o di attivazione;
  • non accetta almeno una di tre offerte di lavoro congrue oppure non accetta la prima offerta di lavoro congrua;
  • non sottoscrive il Patto per il lavoro ovvero il Patto per l’inclusione sociale;
  • non comunica l’eventuale variazione della condizione occupazionale;
  • non aderisce ai progetti utili alla collettività, nel caso in cui il comune di residenza li abbia istituiti.

Reddito di Cittadinanza: cosa si rischia?

Se si presentano dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose false oppure se si omettono informazioni si viene puniti con la reclusione da 2 a 6 anni.

È prevista, invece, la reclusione da 1 a tre anni nei casi in cui si ometta la comunicazione delle variazioni di reddito o patrimonio, nonché di altre informazioni dovute e rilevanti ai fini della riduzione della card reddito di cittadinanza.

Reddito di Cittadinanza: come compilare la DSU?

In caso di variazione del nucleo familiare rispetto a quanto dichiarato ai fini ISEE, il nucleo familiare stesso è tenuto a presentare una DSU aggiornata, entro due mesi dalla variazione, pena la decadenza dal beneficio.

Le predette comunicazioni devono avvenire mediante il modello Rdc/Pdc-Com Esteso, entro 30 giorni dall’evento, pena la decadenza dal beneficio economico.

Argomenti: