Reddito di Cittadinanza: può accadere che l’INPS dia esito positivo ma le Poste neghino la carta?

Se l'Inps ha accettato la pratica per il reddito di cittadinanza, le Poste possono dare un parere diverso?

di , pubblicato il
Se l'Inps ha accettato la pratica per il reddito di cittadinanza, le Poste possono dare un parere diverso?

Le tempistiche che intercorrono tra l’accettazione della domanda per il reddito di cittadinanza a seguito dei controlli Inps e la convocazione dei beneficiari presso le Poste per il ritiro della carta, possono in alcuni casi generare dubbi e timori da parte dei richiedenti. Riportiamo una email emblematica in cui un lettore ci chiede se l’esito Inps assicura il sussidio o se c’è ancora la possibilità che le Poste neghino tale diritto.

Signor C. P. Buongiorno, mia mamma ha presentato richiesta RDC tramite il sito online, l’esito è stato positivo infatti le è arrivato il sms dall’ INPS con la dicitura che la domanda è stata accettata, questo è successo il 15 aprile, fino adesso le poste non l’hanno convocata per ritirare la carta RDC., ho inviato una email al INPS non è successo proprio nulla siamo al 22/05/2019., è mia mamma ancora non ha questa carta.

Se l’Inps riconosce il reddito di cittadinanza le Poste possono negarlo?

Veniamo al dunque tranquillizzando l’utente che ci ha scritto e chiunque si trovi in una situazione simile e si sia rivolto ad internet in cerca di risposte e conferme. E’ l’Inps a gestire le pratiche decidendo se accettare o meno la domanda di reddito di cittadinanza. Le Poste, in questo senso, non hanno potere decisionale e non eseguono ulteriori controlli. Si limitano infatti a contattare il beneficiario per rilasciargli la card e il relativo pin per l’utilizzo personale della stessa. I tempi, solitamente, sono abbastanza brevi ma eventuali ritardi da questo momento vanno gestiti direttamente con le Poste e non anche con l’Inps proprio perché la fase di verifica dei requisiti si è già conclusa con successo.

Non può accadere che l’Inps accetti la domanda e le Poste la respingano. Le Poste, anzi, non respingono domande ma sono competenti per il rilascio della card. Questo però non significa neppure che, dopo la consegna della carta, i beneficiari siano esenti da qualsiasi forma di controllo su requisiti per il RdC o false dichiarazioni.

Leggi anche:

Domanda Reddito di Cittadinanza: per informazioni chiamare l’Inps o le Poste?

Come controllare lo stato di avanzamento della domanda per il reddito di cittadinanza

Argomenti: ,