Reddito di cittadinanza: la bufala del bollino Inps

Non c'è nessun veto dell'Inps sul reddito di cittadinanza: l'ente smentisce le voci sul presunto bollino per frenare la misura.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Non c'è nessun veto dell'Inps sul reddito di cittadinanza: l'ente smentisce le voci sul presunto bollino per frenare la misura.

L’Inps non ha messo alcun “bollino” per bocciare il reddito di cittadinanza. Che alcune proposte del governo non trovino l’appoggio del Presidente Inps Boeri non è un mistero e non sono mancate frecciatine tra quest’ultimo e Salvini.

Sarà l’Inps a bocciare il reddito di cittadinanza? Bufala smentita

Ma con un comunicato stampa l’Inps ha voluto chiarire in via ufficiale non tanto la posizione sul reddito di cittadinanza quanto i poteri decisionali dell’ente stesso che gli sono stati attributi dalla stampa e che invece vengono smentiti dall’Inps.

Riportiamo il testo pubblicato online che espressamente chiarisce: “in riferimento ad un articolo pubblicato oggi da alcuni quotidiani nazionali su un presunto coinvolgimento dell’Istituto a quello che viene definito “blitz sul reddito di cittadinanza”, si precisa che non vi è stata nessuna “bollinatura” dell’Inps riguardo alle proposte di reddito di cittadinanza avanzate dal Movimento 5 Stelle. L’Istituto, su richiesta del Ministero del Lavoro, si è limitato a valutarne i costi e la fattibilità. Si sottolinea, infine, che non ci sarà alcuna consegna della proposta da parte del presidente dell’Inps alla squadra del Movimento 5 Stelle al Ministero dell’Economia. Le proposte avanzate dal presidente Boeri riguardo l’introduzione di un reddito minimo si possono trovare nel documento “non per cassa ma per equità”, disponibile sul sito istituzionale già dal 2015”.

Sui costi del reddito di cittadinanza leggi anche qui.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Welfare e previdenza, Reddito inclusione attiva