Reddito di cittadinanza, crescono ancora i beneficiari

Salgono a 3,4 milioni i beneficiari del reddito di cittadinanza. Importo medio 559 euro, la Campania è la regione più attiva.

di , pubblicato il
reddito di cittadinanza

Aumentano i beneficiari del reddito di cittadinanza (RdC) in Italia o della pensione di cittadinanza (PdC). Lo rivela l’Inps esaminando i dati del primo trimestre 2021 appena raccolti. Si tratta di ben 1,5 milioni di nuclei familiari che corrisponde a 3,4 milioni di beneficiari.

Dopo la flessione fisiologica registrata nel mese di febbraio 2021, imputabile principalmente a non tempestive presentazioni della nuova DSU, torna quindi a crescere a marzo il numero dei nuclei familiari beneficiari del reddito di cittadinanza.

3,4 milioni beneficiari reddito di cittadinanza

Più nel dettaglio, a marzo 2021, i nuclei percettori del reddito di cittadinanza sono stati poco più di un milione. Mentre i percettori della pensione di cittadinanza sono stati 92 mila. Sommati, fanno un totale di 1,1 milioni di nuclei che corrispondono a 2,6 milioni di persone interessate, di cui 662 mila minorenni.

I dati Inps non lasciano adito a dubbi sullo stato di emergenza economica in cui versa la popolazione italiana. In assenza del reddito di cittadinanza, probabilmente l’indice di povertà si sarebbe impennato a livelli mai visti prima.

Fortuna – sostiene Luigi di Maio del M5S – che è stata introdotta questa forma di sostegno alle famiglie prima dello scoppio della pandemia. Altrimenti sarebbe stato un disastro.

La distribuzione geografica

Sempre nel mese di marzo, secondo l’Inps, la distribuzione per macro aree geografiche del reddito di cittadinanza vede 1,8 milioni di percettori nelle regioni del Sud. Solo 452 mila nelle regioni del Nord e 334 mila in quelle del Centro.

La regione con il maggior numero di nuclei precettori di Reddito/Pensione di Cittadinanza è la Campania con il 22% delle prestazioni erogate. Seguita dalla Sicilia con il 20%, dal Lazio con il 10% e dalla Puglia con il 9%.

In queste regioni risiede il 61% dei nuclei beneficiari.

La prevalenza dei beneficiari è per nuclei familiari composti da una o due persone. La media, tuttavia, è di 2,3 persone per nucleo familiare. L’età media è di 35,8 anni, mentre i nuclei familiari con figli minori sono 386 mila. Costituiscono il 34% dei nuclei beneficiari, pari al 56% delle persone interessate, mentre i nuclei con disabili sono 194 mila, il 17% del totale pari al 18% delle persone interessate.

Reddito di cittadinanza: importo medio 559 euro

L’importo medio erogato a livello nazionale è di 559 euro. Esso è suddiviso in 584 euro per il reddito di cittadinanza e 273 euro per la pensione di cittadinanza.

Il 60% dei nuclei familiari percepisce meno di 600 euro al mese e solo 1% un importo superiore a 1.200 euro. Da notare che l’importo medio varia sensibilmente in base al numero dei componenti il nucleo familiare, e passa da un minimo di 453 euro per i mono componenti a un massimo di 721 euro per quelli con cinque componenti.

Contrariamente a quanto si possa credere, l’86% delle prestazioni Inps è erogato a cittadini italiani. Solo il 9% è pagato a favore di cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno. Mentre il 4% è corrisposto a cittadini europei e l’1% a familiari di tutti i casi precedenti.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, novità nel Dl Sostegni

Argomenti: ,