Perché è più facile prendere il Reddito di Cittadinanza a Napoli che a Milano

I requisiti del Reddito di Cittadinanza hanno una falla che discrimina il nord Italia?

di , pubblicato il
accettazione domanda reddito di cittadinanza

Basta dare uno sguardo alle statistiche relative alla residenza dei percettori del Reddito di Cittadinanza (RdC), per rendersi facilmente conto che la distribuzione dei beneficiari è maggiormente concentrata da Roma in giù. Significa che a Sud ci sono più poveri che al Nord Italia? Non proprio. Nelle grandi aree del Settentrione, proprio come nel Meridione, vivono oggi circa due milioni di persone in povertà assoluta, ovvero non in grado di soddisfare i proprio bisogni primari senza sussidi. Eppure questa omogeneità non si ritrova nella distribuzione del reddito di cittadinanza: a sud i beneficiari sono il triplo che a nord.

I requisiti del Reddito di Cittadinanza discriminano il Nord Italia?

I requisiti economici per il RdC possono rappresentare una soglia di sbarramento per chi vive al Nord, anche se ha un tenore di vita molto basso e non riesce ad arrivare a fine mese con le proprie forze. Ben 1,2 milioni di residenti in Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia-Giulia, Trentino-Alto Adige e Emilia-Romagna avrebbero bisogno del sussidio ma sono tagliate fuori dal reddito considerato “troppo alto” anche se, in quelle città, non è neppure sufficiente a completare il mese senza indebitarsi.

I dati Istat ci dicono che al Nord vive il 43% delle persone povere in Italia. Eppure nelle città settentrionali solamente un terzo dei poveri assoluti è raggiunto dal reddito di cittadinanza.

La falla nel’accesso al reddito di cittadinanza

I requisiti per il Reddito di Cittadinanza non coincidono del tutto con quelli sui quali si calcola la povertà. I primi sono uguali ovunque, da Nord a Sud mentre i secondi sono ancorati al costo della vita. Un esempio pratico ci aiuta a capire meglio: immaginiamo una famiglia del Sud che vive con un reddito di 1250 euro.

Sarà considerata povera. A Nord, però, nelle città più grandi, neppure 1700 euro bastano per affrontare tutte le spese mensili. Tra alcune città meridionali e altre del Nord, lo scarto nel “quanto serve per sopravvivere un mese” può variare anche di un terzo. Eppure 1700 euro non danno diritto al reddito di cittadinanza perché il reddito è considerato troppo alto.

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti anche leggere:

Reddito di Cittadinanza a rischio: i soldi non bastano più

Cosa fare se la domanda per il Reddito di Cittadinanza resta senza risposta

 

Argomenti: ,