Recovery plan: occasione imperdibile per Confartigianato

Per il presidente di Confindustria, Marco Granelli, il Recovery plan è un’occasione imperdibile per liberare il nostro Paese dalla inefficienze

di , pubblicato il
recovery-plan

Mentre il premier Conte sale al Colle per rassegnare le proprie dimissioni (ed avviarsi verso un probabile Conte-ter) si è tenuto qualche giorno fa un confronto tra lo stesso premier, i rappresentanti del Governo sul Piano nazionale di ripresa e resilienza ed il presidente di Confartigianato Marco Granelli.

Il dibattito ha avuto come centro di attenzione il Recovery Plan. Il presidente Granelli ha tenuto a sottolineare i quattro fatturi su cui deve far leva il piano, ossia:

  • valorizzazione delle piccole imprese
  • efficienza amministrativa
  • confronto continuativo con le parti sociali
  • investimenti e riforme strutturali.

Recovery plan: le dichiarazioni di Granelli

Con il Recovery plan, per Granelli, si presente l’imperdibile occasione per spazzare via le inefficienze croniche del nostro Paese e per

“realizzare le riforme strutturali indispensabili per uscire dalla crisi e creare le condizioni per il rilancio della nostra competitività: dal fisco alla burocrazia, per liberare finalmente le imprese da adempimenti e costi inutili, fino alla giustizia civile e agli investimenti nelle infrastrutture materiali e immateriali”.

Per raggiungere questi obiettivi occorre evitare progetti costruiti a tavolino, continua Granelli, e puntare all’ascolto dell’economia reale con il costante coinvolgimento delle parti sociali per rispondere alle reali esigenze degli imprenditori.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,