Reclamo mediazione, istanza obbligatoria prima del ricorso

Il ricorso contro i ruoli emessi dall'Agenzia del Territorio, incorporata nelle Entrate, in materia di imposta ipotecaria e catastale, deve essere preceduto dal reclamo mediazione, se di importo inferiore ai 20mila euro

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Il ricorso contro i ruoli emessi dall'Agenzia del Territorio, incorporata nelle Entrate, in materia di imposta ipotecaria e catastale, deve essere preceduto dal reclamo mediazione, se di importo inferiore ai 20mila euro

Reclamo mediazione da esperire in via obbligatoria prima del ricorso all’Agenzia delle entrate- Agenzia del territorio per i ruoli emessi in materia di imposta ipotecaria, tasse ipotecarie, tributi speciali catastali, oneri e sanzioni amministrative, sempre se abbiano un’ entità non superiore ai 20mila euro.

Il provvedimento delle Entrate

A stabilirlo l’ Agenzia delle entrate che, per effetto del decreto legge n. 95 del 2012, dal 1 dicembre 2012 ha incorporato in sé l’Agenzia del territorio. Il riferimento è un provvedimento direttoriale del 20 marzo 2013 con cui la stessa Agenzia ha aggiornato i fogli di avvertenze delle cartelle esattoriali in materia di imposta ipotecaria, tasse ipotecarie, tributi speciali catastali, oneri e sanzioni amministrative  in materia tributaria di competenza degli Uffici Provinciali-Territorio dell’Agenzia. 

Fogli avvertenze cartelle esattoriali

L’aggiornamento prevede proprio la procedura del reclamo mediazione obbligatoria prima di presentare ricorso all’Agenzia delle entrate per ruoli riguardanti imposta ipotecaria, tasse ipotecarie, tributi speciali catastali, oneri e sanzioni amministrative. 

Reclamo mediazione obbligatorio ruoli sotto i 20.000 euro

In particolare è stato previsto che per le controversie di valore non superiore a 20.000,00 euro, relative ad atti emanati dagli Uffici Provinciali del Territorio a decorrere dal 1° dicembre 2012, non è più possibile fare ricorso alla Commissione tributaria senza aver prima presentato istanza di reclamo mediazione allo stesso Ufficio. La mancata presentazione dell’istanza di reclamo-mediazione è causa di inammissibilità del ricorso alla Commissione tributaria. Nei fogli avvertenze aggiornati si legge che il contribuente deve intestare e notificare l’istanza all’Ufficio Provinciale-Territorio che ha emesso il ruolo, indicato nell’intestazione della pagina relativa al “Dettaglio degli addebiti”.  Nell’istanza di reclamo-mediazione , lo stesso contribuente deve riportare gli stessi dati del ricorso, con possibilità di formulare una motivata  proposta di mediazione, completa della rideterminazione dell’ammontare della pretesa.

Ruoli sopra i 20.000 euro

Per le controversie che riguardano sempre ruoli concernenti imposta ipotecaria, tasse ipotecarie, tributi speciali catastali, di valore superiore a 20.000,00 euro, il contribuente che vuole impugnare il ruolo e/o la cartella deve a presentare ricorso alla Commissione tributaria provinciale entro 60 giorni dalla notifica. Si sottolinea che questa novità dell’obbligatorietà del reclamo mediazione non riguarda i ruoli emessi prima dell’1 dicembre 2012 anche se notificati dopo tale data.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ricorsi e Contenziosi, Tasse e Tributi