Rateizzazione Equitalia, richieste in aumento

Il Ministro dell'Economia Grilli, in audizione al Parlamento, precisa il netto calo delle ipoteche Equitalia e dei pignoramenti, mentre le richieste di rateazione vengono accolte nella grande maggioranza dei casi

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Il Ministro dell'Economia Grilli, in audizione al Parlamento, precisa il netto calo delle ipoteche Equitalia e dei pignoramenti, mentre le richieste di rateazione vengono accolte nella grande maggioranza dei casi

Rateizzazione Equitalia  in aumento, così come i pignoramenti e le ipoteche. Il Ministero dell’Economia fa il punto sull’attività di riscossione della principale società di riscossione, in un’audizione in Parlamento.

Il Ministro Grilli riferisce in Parlamento

 Il Ministro dell’economia Vittorio Grilli ha presentato in Parlamento una relazione concernente l’attività di riscossione Equitalia. Un calo del 5 per cento dei ruoli confluiti nelle procedure cautelari ed esecutive rispetto al 2010 che si traduce in un meno 3% di incassi da riscossione rispetto allo scorso anno.  Sono questi i numeri snocciolati dal ministro dell’economia Vittorio Grilli in audizione al parlamento sull’attività di riscossione Equitalia.

Riscossione Equitalia fino a luglio 2013

Si ricorda in tema di riscossione tributi locali che l’affidamento ad Equitalia durerà  fino al prossimo 30 giugno 2013, ma si lascia ampia libertà ai comuni di decidere se fermare l’affidamento della riscossione ad Equitalia da subito, senza dover aspettare così il 1 luglio del prossimo anno. Tornando alla relazione illustrativa del Dicastero dell’economia , viene registrato un calo delle misure cautelari ad opera di Equitalia. In particolare emerge come nel 2011 il valore complessivo dei ruoli che hanno poi portato al ricorso da parte di Equitalia di pignoramenti, fermi amministrativi e ipoteche Equitalia sugli immobili si siano ridotti dagli oltre 15,3 miliardi del 2010 agli 11,1 del 2011. Una riduzione quindi de

Ipoteche Equitalia

Soffermando la nostra attenzione sulle ipoteche Equitalia, queste si sono ridotte del 77%, passando 135mila e oltre alle attuali 30mila. Come evidenzia il ministero dell’Economia, la flessione è principalmente da imputare alle misure di semplificazione e allentamento degli strumenti di riscossione coattiva di cui dispone Equitalia.

Ipoteche Equitalia, le novità 2013

Ricordando le novità legislative che hanno interessato le ipoteche Equitalia, da marzo 2012 è stato innalzato a 20mila euro il limite per iscrivere ipoteca Equitalia. In particolare è stato disposto che l’ipoteca Equitalia può essere iscritta solo per debiti fiscali di importo superiore a 20mila euro. E’ stata la Cassazione, con la sentenza n. 5771/2012, a segnare un’importante svolta in merito alle ipoteche Equitalia, risolvendo un’annosa questione sulla possibilità che l’agente di riscossione  potesse mantenere le ipoteche iscritte precedente alla riforma del DL n. 40/2010 che aveva previsto la soglia minima di 8mila euro, al di sotto della quale Equitalia non poteva procedere al vincolo ipotecario sugli immobili dei debitori. ( Si veda il nostrl articolo Ipoteca Equitalia sotto 8mila euro. Possile la cancellazione automatica?).

Rateizzazione Equitalia

Nella relazione di via XX settembre c’è spazio anche per la rateizzazione Equitalia, ricordando come è possibile chiederla fino ad un massimo di 6 anni. In merito alle richieste di rateazione Equitalia, il Ministro sottolinea che nel periodo gennaio-dicembre sono state accolte 417.743 richieste di dilazione, di cui solo 26.244 sono state respinte, mentre dal 2008 a fine 2011 sono state concesse oltre 1,4 milioni di rateazioni, che hanno oltrepassato i due milioni a fine 2012. ( Si vedano  i nostri articoli Rateizzazione Equitalia: tutto sull’istanza e i documenti da allegareRateizzazione Equitalia: a decidere sull ’istanza è il giudice ordinario)

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ricorsi e Contenziosi, Tasse e Tributi