Rateazione Agenzia delle Entrate: istruzioni per la riammissione

Ecco le istruzioni per la riammissione alla rateazione dell'Agenzia delle Entrate con la sospensione dei carichi iscritti a ruolo.

di , pubblicato il
Ecco le istruzioni per la riammissione alla rateazione dell'Agenzia delle Entrate con la sospensione dei carichi iscritti a ruolo.

Con la circolare numero 13/E dello scorso 22 aprile l’Agenzia delle Entrate indica le procedure da seguire per sospendere i carichi iscritti a ruolo ed essere riammessi alla rateazione dei debiti.   La sospensione della riscossione dei carichi iscritti a ruolo per coloro che si sono avvalersi del provvedimenti in materia contenuto nella legge di Stabilità 2016 permette la riammissione al pagamento rateale delle imposte dirette quali Irpef, Ires, Addizionali comunali e regionali e Irap. Con la riammissione alla rateazione è possibile ottenere la rielaborazione di un nuovo piano di ammortamento del debito e la sospensione degli eventuali carichi iscritti a ruolo.   Per poter essere riammessi alla rateazione dei debiti è necessario effettuare entro il 31 maggio 2016 il pagamento della prima rata scaduta del piano di rateazione precedente (non la prima rata, ma la prima scaduta successiva alla prima) che rappresenta, tra l’altro, la volontà del contribuente di riprendere i pagamenti interrotti. Questa presentazione oltre a sospendere eventuali carichi iscritti a ruolo permetterà di riottenere un nuovo piano di rateazione.   La sospensione riguarderà le imposte dirette non pagate ma anche i relativi interessi e sanzioni.

Dal piano di rateazione originario saranno sottratte tutte le somme eventualmente pagate dal contribuente anche in acconto all’Agente di Riscossione. Le somme eventualmente pagate, però, che eccedono il totale dovuto secondo i nuovi conteggi non saranno rimborsate. Solo dopo aver effettuato il pagamento di tutte le rate previste dal nuovo piano di rateazione l’Agenzia delle Entrate potrà revocare la sospensione della riscossione dei carichi iscritti a ruolo e disporre lo sgravio di questi ultimi.   Si ricorda, inoltre, di fare attenzione al pagamento puntuale delle rate del nuovo piano poichè in caso di mancato pagamento di due rate, anche non consecutive. Il debitore decadrà definitivamente dal piano di rateazione.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,