Rate Equitalia scadute: nuova possibilità per chiedere il piano di rateazione debiti

Fino al 31 luglio 2015 i contribuenti indietro con il pagamento delle rate Equitalia possono chiedere un nuovo piano di rateazione debiti

di , pubblicato il
Fino al 31 luglio 2015 i contribuenti indietro con il pagamento delle rate Equitalia possono chiedere un nuovo piano di rateazione debiti

C’è tempo fino al 31 luglio 2015 per fare domanda di un nuovo piano di rateazione per debiti Equitalia le cui rate sono scadute. La riammissione però presuppone alcuni requisiti specifici, oltre a quello temporale.

Rateazione Equitalia: requisiti per l’ammissione

La riammissione al piano del pagamento delle rate Equitalia va richiesta entro il 31 luglio 2015 ed è subordinata ad un numero massimo di rate mancanti pari a 72 mensilità (6 anni).

Alla base della domanda deve sussistere un peggioramento della condizione economica che ha reso impossibile attendere con puntualità alle rate del piano di rientro ordinario. Si decade dall’agevolazione in caso di mancato pagamento di otto rate anche non consecutive (secondo quanto previsto dal decreto legge 69/2013, cd. “Decreto del fare”, che ha superato il termine più rigido di due sole rate vigente precedentemente). Ricordiamo che la proroga del piano di rateazione può essere richiesta una sola volta quindi entro il 31 luglio 2015 possono fare domanda solo i contribuenti che non hanno già usufruito di questa possibilità.   Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile visualizzare il fac simile del modulo di istanza e leggere nel dettaglio le modalità di compilazione e di invio.

Debiti Equitalia e proroga piano rateazione: modalità di domanda

Nello specifico il modulo va inviato tramite raccomandata A/R o consegnato a mano presso la sede dell’Agenzia delle Entrate competente territorialmente. Ricordiamo inoltre che questa seconda rateazione, considerata di carattere straordinario, non è prorogabile e decade al mancato pagamento di due rate (non necessariamente consecutive). Il primo effetto dell’invio della domanda è il blocco di nuove azioni esecutive.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: