Raccomandate addio: ogni contribuente avrà un domicilio digitale

Addio raccomandate: la PA ci scriverà via email. Ecco da quando e che cosa cambierà

di , pubblicato il
Addio raccomandate: la PA ci scriverà via email. Ecco da quando e che cosa cambierà

Addio alle raccomandate dalla PA: le comunicazioni arriveranno al domicilio digitale dei contribuenti, anche per quelli sprovvisti di casella PEC. La novità riguarderà tutte le diffide e intimazioni di pagamento.

Il Digital team nominato dal Consiglio dei Ministri sta lavorando inoltre alla piattaforma Daf (Data and analitics framework), per la raccolta e la rielaborazione dei dati dei cittadini allo scopo di creare servizi di cittadinanza innovativi.

Una semplificazione che però offre anche il fianco a critiche: l’Autorità per la tutela della privacy ha infatti previsto che, in questo modo, i cittadini saranno inevitabilmente schedati e identificati. Il rischio, si teme, “è quello di consegnare a vantaggio di poche multinazionali digitali non soltanto la supremazia economica, ma il potere di conoscere i fenomeni che possono governare e influenzare il nostro sapere. Il loro potere si affianca, fino quasi a sopraffarlo, alla tradizionale autorità statuale, ma è meno visibile, prescinde dalla legittimazione e dal circuito della responsabilità”, come ha evidenziato il presidente dell’Authority Antonello Soro.

Contenuto raccomandata, come capirlo dalla busta e dal codice

Argomenti: ,