Quota 102 nel 2022 che diventerà 104: vale solo per le pensioni degli statali?

Previsti interventi in materia pensionistica, per assicurare un graduale ed equilibrato passaggio verso il regime ordinari. Possibili quota 102 e 104

di , pubblicato il
Via d'uscita cinque anni prima: chi ha diritto alla Quota 82 per la pensione

Il Documento Programmatico di Bilancio (DPB), che porterà alla manovra finanziaria per il 2022, è approvato ieri, 19 ottobre 2021, dal Consiglio dei Ministri. Il documento integrale non è ancora disponibile, ma sul lato pensioni, in vista del tramonto di Quota 100, si fa largo l’ipotesi di quota 102 nel 2022 e quota 104 nel 2023.

Fine di Quota 100

Oggi il sistema pensionistico è improntato su Quota 100, ossia sulla possibilità di andare in pensione con 38 anni di contributi e 62 anni di età.

Tale sistema, tuttavia, ha ancora vita breve. E’ previsto fono al 31 dicembre 2021 e se governo e parti sociali non trovano una via d’uscita, al 1° gennaio 2022 si rischierebbe un ritorno alla Fornero, il che significa un innalzamento di 5 anni (quindi, a 67 anni) per l’uscita dal mondo del lavoro.

Come affermato dal Ministro del MISE, Giancarlo Giorgetti, nel Consiglio dei Ministri che ha approvato il DPB 2022, nessuna decisione è stata presa in merito alla questione pensionistica, rimandando ogni cosa ai prossimi giorni.

Scongiurato il ritorno Fornero: possibili Quota 102 e 104

Ciò che sembra, comunque, scongiurato è il ritorno alla Fornero e ciò lo si può evincere dallo stesso comunicato stampa con cui è annunciata l’approvazione del DPB 2022. Il comunicato, infatti, indica che saranno previsti interventi in materia pensionistica, per assicurare un graduale ed equilibrato passaggio verso il regime ordinario, e si dà attuazione alla riforma degli ammortizzatori sociali.

La proposta che sembra trapelare (e piacere a palazzo Chigi) è quella di un primo passaggio a quota 102 (38 anni di contributi e 64 anni di età) nel 2022 e di quota 104 (38 anni di contributi e 66 anni di età) nel 2023.

Per mettere in atto il piano il budget è limitato (solo un miliardo di euro) e per questo motivo la possibilità delle due predette quote potrebbe anche essere limitata al solo settore privato o al solo settore pubblico.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,