Quota 100, spunta la clausola freezer in caso di aumento delle domande

Se gli indecisi Quota 100 facessero domanda per la pensione in massa come coprire la spesa? Spunta la clausola freezer per il congelamento dei fondi

di , pubblicato il
Se gli indecisi Quota 100 facessero domanda per la pensione in massa come coprire la spesa? Spunta la clausola freezer per il congelamento dei fondi

La Quota 100 ha permesso di contenere i costi rispetto alle aspettative originarie della misura. Ma che cosa succederebbe se gli indecisi di Quota 100 in blocco, nel dubbio di dover aspettare anni con i requisiti pensione vecchiaia alla fine della sperimentazione, decidessero di smettere di lavorare facendo domanda di uscita Quota 100? Se da un lato si cerca di mantenere la quota 100 fino al termine della sperimentazione, dall’altro sono allo studio interventi correttivi per contenere la spesa.

Lo chiede anche l’Europa?

Fondi Quota 100 congelati per il 2020

Quella che è stata ribattezzata come clausola “freezer”, rappresenta in altre parole un sistema di congelamento temporaneo delle spese che servirebbe ad inibirebbe il repentino incremento dei costi nel caso di uscita Quota 100 in blocco dei lavoratori. Si chiama anche “clausola salva-conti”  perché impegna l’Italia a rispettare i vincoli di Bilancio imposti dall’Unione Europea. L’effetto di congelamento resterà in essere fino ad effettivo assestamento di bilancio.

L’importo del risparmio viene calcolato mettendo a confronto le spese iniziali con l’effettiva adesione dei lavoratori.

Leggi anche:

Quota 100 confermata ma mancano i fondi per le altre pensioni

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.