Quota 100, pagati i primi anticipi: si va in pensione con 1865 euro

Quota 100, pagati i primi assegni: ecco quanto prende chi ha aderito alla pensione anticipata con il sistema a quote.

di , pubblicato il
Quota 100 e alternative possibili

Il nuovo presidente designato dell’Inps, Pasquale Tridico, non ha “dato i numeri” solo sul reddito di cittadinanza, come abbiamo visto qui, ma anche sulla pensione quota 100. La prima finestra per i primi lavoratori ad aderire alla pensione anticipata con questo nuovo sistema si è aperta lo scorso 1 aprile. Il dibattito sul calcolo della pensione resta acceso con confronti tra le pensioni quota 100 erogate e gli assegni che sarebbero stati corrisposti con il sistema tradizionale. Ad oggi sono pervenute all’Inps oltre 117 mila domande, in prevalenza da parte di persone di età compresa tra i 63 e i 65 anni. Sono soprattutto i dipendenti privati a voler aderire alla quota 100. Le domande dal settore pubblico sono intorno a 40 mila, di cui la metà dal settore scuola.

 Ma quanto prende mediamente di pensione chi ha aderito alla quota 100?

I numeri della quota 100: ecco quanto si prende di pensione nel 2019

Ecco i numeri:
– 55 mila domande pensione quota 100 con decorrenza da aprile 2019;
– 51 mila domande revisionate;
– 41 mila domande accolte (quindi 10 mila respinte per mancanza dei requisiti);
– 35 mila assegni in pagamento (gli altri 6 mila hanno decorrenza dal mese prossimo).

Ma quanto si prende con la pensione quota 100 (e quanto si perde rispetto al calcolo tradizionale)? L’importo medio mensile di una pensione ‘quota 100’ è di 1.865 euro.
Sempre restando in tema di pensioni, Tridico ha anche smentito le accuse di ritardi sui pagamenti di quelle ordinarie. Anche in questo caso lo fa fornendo i dati: “nel primo trimestre 2018 sono state definite il 68% delle domande di pensione, nello stesso periodo del 2019, senza considerare quota 100, tale percentuale è salita al 72%. C’è da essere contenti dell’efficienza dell’istituto, soprattutto considerando che c’è stata una riduzione del personale di oltre mille unità. L’Inps sta rispondendo in modo eccellente al carico di lavoro eccezionale. La legge ha autorizzato 1.004 assunzioni, ma bisogna anche stabilizzare e aumentare i medici nell’istituto”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.