Quattordicesima INPS 2015 non corrisposta: i rimborsi ai pensionati sono a rischio?

Dopo il pasticcio delle tredicesima sono a rischio anche i rimborsi previsti per agosto?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Pensione anticipata Quota 41

A diverse migliaia di pensionati non è stata erogata la quattordicesima mensilità sul cedolino di luglio. Anche ai pensionati in possesso di tutti i requisiti necessari, infatti, l’importo aggiuntivo non è stato aggiunto alla mensilità di luglio.   L’Inps ha spiegato che la quattordicesima è stata bloccata per i pensionanti che non hanno prodotto la certificazione richiesta negli ultimi 3 anni. Per chi non ha ricevuto la quattordicesima il consiglio è quello di rivolgersi direttamente al proprio sindacato di riferimento se non si è ricevuta la lettera dell’INPS che invitava a fornire la domanda con annessa dichiarazione reddituale.   Il problema principale al momento è che dopo la mancata erogazione a tutti della quattordicesima si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero l’INPS in difficoltà e che questa difficoltà si tradurrà in una mancata erogazione anche dei conguagli di agosto.   I conguagli spettano, dopo la sentenza della Corte Costituzionale 70 del 2015, che dichiarava illegittimo il blocco della perequazione automatica della pensioni che superavano di 3 volte il minimo, dovrebbero essere liquidati in una soluzione Una Tantum nel cedolino di agosto.   Mentre Boeri, quindi, sbandiera le sue ipotesi su una possibile riforma delle pensioni per superare la povertà nessuno si occupa di far si che l’INPS faccia quello che è il suo compito primo, ovvero la gestione dell’istituto previdenziale nazionale.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.