Quanti professionisti devo contattare e incaricare per avviare le pratiche del 110 e i lavori

L’agevolazione fiscale più richiesta del momento, il Bonus 110% o Superbonus 110%, comporta la necessità di rivolgersi a diversi tecnici o professionisti.

di , pubblicato il
L’agevolazione fiscale più richiesta del momento, il Bonus 110% o Superbonus 110%, comporta la necessità di rivolgersi a diversi tecnici o professionisti.

Quanti professionisti devo contattare e incaricare per avviare le pratiche del 110 e i lavori? E’ una domanda molto ricorrente tra chi ha a che fare con l’espletamento delle pratiche e dei lavori previsti dal Bonus 110. 

L’agevolazione fiscale più richiesta del momento, il Bonus 110% o Superbonus 110%, comporta la necessità di rivolgersi a diversi tecnici o professionisti che sono incaricati per avviare le pratiche del 110 e i lavori.

Si pensi ai tecnici specializzati in efficienza energetica, ai certificatori, ma anche ai Dottori Commercialisti e ai Ragionieri, il cui compito è quello di asseverare.

Prima dell’avvio dei lavori fino al collaudo finale, il bonus 110% comporta la necessità di affrontare diversi e corposi interventi di riqualificazione edilizia.

Il complesso iter comporta la necessità di rivolgersi a una diversa platea di professionisti e tecnici dell’edilizia, oltre che a professionisti del mondo assicurativo, legale e fiscale.

Bonus 110, Professionisti e tecnici incaricati: a chi rivolgersi?

Sono diversi i tecnici e i professionisti a cui rivolgersi quando si ha a che fare con l’avvio e l’espletamento di tutti i lavori e di tutte le pratiche del Bonus 110%.

Si pensi ai primi tecnici ad essere coinvolti in campo. Dalle analisi preliminari (di tipo tecnico e amministrativo) fino a tutto lo sviluppo del procedimento, i primi tecnici ad essere coinvolti sono i professionisti incaricati di svolgere un’analisi sullo stato dell’arte dell’immobile.

A chi rivolgersi? Periti e ingegneri impiantisti o esperti in analisi energetica, tecnici esperti di verifiche urbanistiche e di pratiche edilizie, geometri, ma anche architetti e ingegneri edili e civili.

Dunque, è necessario rivolgersi a tutti i soggetti abilitati a svolgere diagnosi strumentali sugli edifici.

Per l’isolamento di facciate e coperture spesso è utile rivolgersi ad una figura competente nell’individuazione dei materiali.

Per le asseverazioni è necessario rivolgersi ad un certificatore abilitato, ovvero ad una figura iscritta all’elenco regionale di pertinenza.

Per quanto concerne il Sismabonus è necessario rivolgersi agli ingegneri strutturisti e ai geologi.

Inoltre, è necessario rivolgersi a figure esterne al mondo stretto dell’edilizia: Dottori Commercialisti, consulenti fiscali o legali, che possono svolgere un ruolo di primo piano nell’impostare i piani economici degli interventi e assicuratori coinvolti nella stipula di polizze a copertura.

Se il contribuente decide di cedere il credito di imposta o di richiedere lo sconto in fattura, è necessario il visto di conformità, che viene rilasciato dai Dottori Commercialisti, Consulenti del Lavoro, periti commerciali e tributari e Ragionieri.

Argomenti: