Quante volte pagheremo il canone RAI nel 2022

Vediamo quante volte pagheremo il canone RAI nel 2022. Perché la tassa di possesso del televisore, anche per il nuovo anno, continuerà ad essere addebitata sulla fattura elettrica. Tutto quello che c'è da sapere sul canone, anche per non pagarlo.

di , pubblicato il
Il canone RAI fuori dalla bolletta fa notizia: ma cosa cambia per chi paga?

Vediamo quante volte pagheremo il canone RAI nel 2022. Perché la tassa di possesso del televisore, anche per il nuovo anno, continuerà ad essere addebitata sulla fattura elettrica. Così come il dovuto, su base annua, sarà spalmato in mini rate sulla bolletta della luce. Vediamo allora come.

Nel dettaglio, su quante volte pagheremo il canone RAI nel 2022, c’è da dire che rispetto allo scorso anno l’importo da pagare è lo stesso. Ovverosia, 90 euro annui spalmati sui primi 10 mesi dell’anno. Quindi, dal mese di gennaio e fino al mese di ottobre del 2022.

Ecco quante volte pagheremo il canone RAI nel corso del 2022

Quindi, per i primi 10 mesi dell’anno, su quante volte pagheremo il canone RAI nel 2022 bisogna distinguere in ragione della cadenza di fatturazione per i consumi di energia elettrica. Con la fatturazione mensile, infatti, il canone RAI nel 2022 si pagherà 10 volte.

Ovverosia, in 10 piccole rate da 9 euro l’una. Altrimenti, su quante volte pagheremo il canone RAI nel 2022, l’addebito sarà pari a 5 volte. Per altrettante rate da 18 euro con la bolletta della luce emessa su base bimestrale. Per il canone RAI del 2022, quindi, sono stati smentiti i rumors relativi a possibili aumenti. Così come, contrariamente alle indiscrezioni che sono circolate nelle scorse settimane. per il 2022 il canone RAI resta sempre ancorato alla bolletta della luce delle famiglie.

Quando il canone RAI nel 2022 non si paga, ecco i casi di esonero più comuni

Chiarite quante volte pagheremo il canone RAI nel 2022, ricordiamo che si tratta di una tassa di possesso. Che quindi non si paga se in casa non ci sono televisori. Ma l’esenzione non è automatica. Bensì di durata annuale inviando apposita autocertificazione all’Agenzia delle Entrate. Così come è riportato in questo articolo.

In più, sempre con autodichiarazione inviata al Fisco, sono esonerati dal pagamento del canone RAI pure gli over 75 a basso reddito.

Argomenti: