Quando saranno pagate le pensioni a febbraio 2022: calendario banche e poste e regole per pensionati no vax

Anche se non è ancora ufficialmente noto il calendario, anche le pensioni febbraio 2022 saranno pagate in contati in posta con date anticipate

di , pubblicato il
Chi ha il green pass ma non lo ha scaricato può ritirare la pensione a febbraio?

Dato il perdurare dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e la proroga dello stato di emergenza sanitaria al 31 marzo 2022, probabile che anche il pagamento delle pensioni febbraio 2022, per chi la ritira direttamente agli uffici postali, (quindi, non con accredito sul c/c, su libretto postale o carta Postepay Evolution), avverrà con un calendario anticipato.

La misura, come per i mesi trascorsi, continua ad avere la finalità di evitare assembramenti e, quindi, contenere la diffusione del virus.

Ad oggi, ad ogni modo, né l’INPS né Poste Italiane, hanno reso noto ufficialmente il calendario di pagamento. La maggiore probabilità è che le pensioni febbraio 2022, siano pagate in contanti nell’ultima settimana del mese di gennaio 2022 (dal 25/01 al 31/01) e sempre suddividendo per scaglioni, in base alle iniziali del cognome dei pensionati.

Pensioni febbraio 2022 alla posta: serve il green pass?

Per il ritiro alla posta delle pensioni febbraio 2022 occorre tener presente l’importante novità introdotta dal nuovo decreto Covid, il quale ha esteso l’obbligo di green pass base anche per l’accesso ai servizi postali, bancari e finanziari.

In altri termini chi si recherà in posta, dovrà essere munito almeno del green pass base, ossia la certificazione verde che attesta la vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo al virus Covid-19.

Porte aperte anche per chi ha, ovviamente il green pass:

  • rafforzato”, ossia quello rilasciato per vaccinazione o guarigione (il green pass rafforzato non include, quindi, l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare)
  • booster”, ossia quello rilasciato dopo la dose di richiamo (c.d. 3 dose vaccinale).

Resta in ogni caso ferma la possibilità, per i pensionati di età pari o superiore a 75 anni e che riscuotono la pensione in contanti alla posta, di richiederne la consegna presso il proprio domicilio delegando a tale scopo i Carabinieri.

Per chi riceve l’accredito, la data dovrebbe restare il 1° del mese.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,